Marta Grande del Movimento 5 Stelle risponde alla polemica sulle lauree

Aggiornamento 18.37: Marta Grande risponde a tutta la questione sul suo sito.
Ho conseguito una laurea “Bachelor of Art” in Alabama, cui si accede dopo aver superato un esame dopo le scuole superiori. Un documento del consolato di Miami attesta a chiare lettere che il titolo ha valenza -cosa del resto ovvia- sul territorio statunitense ed offre la possibilità di continuare gli studi iscrivendosi ad un master di primo livello (del resto, anche in Italia, vi si accede non prima di aver conseguito una laurea triennale). Perciò, in seguito al tanto bistrattato titolo a stelle e strisce, mi sono iscritta al suddetto master in “Studi Europei” presso la “Luiss School of Government”.

Quello che ci piacerebbe capire, anche solo per curiosità, è se davvero il corso in questione è di 63 ore, come riportato come era riportato sulla sua pagina di Wikipedia, adesso a quell'indirizzo non ci sono quasi più informazioni.

In questi giorni, con tutta me stessa, ho tentato di mantenere un profilo basso, sottraendomi alla gogna mediatica cui sono stata sottoposta. Ho dovuto leggere ed ascoltare di tutto, sfuggendo, come meglio ho potuto, ad un vero e proprio “stalking” da parte di giornalisti (o sedicenti tali), fotografi e cronisti.

Altri signori, sicuramente non io, fino al giorno di ieri hanno pubblicizzato la mia possibile elezione a presidente della Camera, ne hanno parlato in molti, tra televisioni e giornali, senza che io ne venissi informata. Il buon senso, unitamente ai miei più cari affetti, mi hanno suggerito di lasciare che il “fuoco” del circuito mediatico si spegnesse naturalmente, come spero e credo avverrà, questo nobile e prestigioso incarico non ha mai rappresentato per me una priorità, sebbene più di qualcuno continui, con inaudito cinismo, ad affermare il contrario.

I titoli di studio di Marta Grande

I titoli di studio di Marta Grande
I titoli di studio di Marta Grande
I titoli di studio di Marta Grande
I titoli di studio di Marta Grande

Le polemiche su Marta Grande e le sue lauree

Salutata come enfant prodige della politica italiana, Marta Grande la più giovane depuatata del Parlamento, in quota Movimento 5 Stelle, rischia di finire nello stesso tritacarne che ha fatto sparire Oscar Giannino dalla circolazione. La questione è stata sollevata da Libero (e anche da Il Giornale), che riporta il profilo di Marta Grande sulla pagina dedicata agli eletti dell'M5S.

Sono nata a Civitavecchia dove ho conseguito il diploma scientifico; mi laureo nel 2009 in lingue e commercio internazionale presso l’Università dell’Alabama in Huntsville. Successivamente, tornata in Italia, conseguo un Master in Studi Europei. Attualmente mi sto laureando in Relazioni Internazionali presso l’Università di Roma Tre». E ancora: «Nell’estate 2012 seguo un corso in relazioni internazionali alla Peking University in Cina, in particolare sulla transizione di potere a livello internazionale, il declino occidentale e le nuove relazioni internazionali del ventunesimo secolo

E quindi? Qual è il problema? Il fatto è che in Italia il suo titolo di studio preso negli Usa non ha valore di laurea triennale, perché è un corso di due anni denominato "bachelor of arts". È però da sottolineare, che secondo quanto scritto sulla pagina di Wikipedia di Marta Grande, il corso che ha seguito in Alabama dal 2007 al 2009 è di 63 ore. Com'è possibile? Quando all'Università ci andavo io, con 63 ore prendevi 6 crediti, non una laurea equiparabile alla triennale. Che ci sia un errore?

Resta il fatto che l'Università di Roma 3 in cui adesso Marta Grande sta frequentando la magistrale gliel'ha conteggiato come triennale, altrimenti la magistrale non potrebbe farla. Laurea e Bachelor infatti non sono la stessa cosa, ma garantiscono la possibilità di conseguire gli stessi crediti formativi, in modo da richiedere poi il riconoscimento da parte dello Stato Italiano.

Questa differenza però è sufficiente per scatenare gli strali de Il Giornale.

Ma tutte queste medaglie appuntate sul petto non bastano per potersi fregiare di quel titolo di studio chiamato laurea. Uno scivolone,anzi un doppio ruzzolone, che le costerà caro.

La cosa divertente in tutta questa faccenda è che ieri sera, mentre i giornalisti indagavano sui suoi titoli di studio, la pagina di Wikipedia di Marta Grande veniva modificata in fretta e furia. E ancora adesso porta, diciamo così, i segni della battaglia.

Ricapitolando, la laurea presa in Alabama non è una vera laurea, ma un bachelor of arts, un diploma universitario che però le ha consentito di accedere alla magistrale. Il Master in studi europei preso a Roma è invece assimilabile alla laurea magistrale, il corso in Cina è una scuola estiva e adesso sta prendendo una laurea magistrale con tutti i crismi a Roma Tre. Oggi invece la sua pagina di Wikipedia è talmente corretta che riporta anche ore di lezioni, relatori e correlatori, dice così:

Dal 2007 al 2009, a Huntsville negli Stati Uniti d'America, ha frequentato il Corso FLIT - Foreign Languages and International Trade (Corso di Lingue straniere e commercio internazionale, 63 ore) presso il Department of Foreign Languages and Literatures (Dipartimento di Lingue e letterature straniere) del CLA - College of Liberal Art (Collegio delle Arti Liberali) in collaborazione con il CAS - College of Administrative Science (Collegio di Scienze Amministrative), dell' UAH - University of Alabama in Huntsville (Università dell'Alabama a Huntsville). Nel 2009 consegue il relativo Bachelor of Arts.[senza fonte][Sono rilevanti tutti questi dettagli, addirittura il numero di ore del corso?]

Dal 2009 al 2010, a Roma in Italia, ha frequentato il MES - Master of Arts in European Studies (Master in Studi europei) presso la SoG - School of Government, della LUISS. Nel 2010 consegue il relativo Master of Arts con la tesi "Multi-lateralism and the harmonious society: challenges for transatlantic relations" ("Multilateralismo e lo sviluppo armonioso della società: le sfide per le relazioni transatlantiche"), con relatore il Professor Jolyon Howorth.[senza fonte][Sono rilevanti il nome del relatore e il titolo della tesi?]

Nell'estate 2012, a Pechino in Cina, ha frequentato la LSE-PKU Summer School 2012 (Scuola Estiva 2012 LSE-PKU), incentrata sulle relazioni internazionali, in particolare sulla transizione di potere a livello internazionale, il declino occidentale e le nuove relazioni internazionali del XXI secolo, presso l'Università di Pechino, organizzata dalla London School of Economics and Political Science. Nel 2012 consegue il relativo Certificato.[senza fonte][rilevanza? E' solo una scuola estiva]

Dal 2010, a Roma in Italia, sta frequentando il Corso di laurea magistrale in Relazioni internazionali presso la Facoltà di Scienze politiche, dell'Università degli Studi Roma Tre. Sta preparando una tesi in Storia della politica internazionale contemporanea sull'apertura delle relazioni tra gli Stati Uniti d'America e la Repubblica Popolare Cinese, con relatore il Professor Leopoldo Nuti.[senza fonte][Sono rilevanti il nome del relatore e il titolo della tesi?]

Si può dire che Marta Grande non ha mentito, ma solo un po' messo in bell'ordine i suoi studi e corsi. Che magari non sono equiparabili tra Usa e Italia (la Cina non conta, ha sempre detto di aver seguito un corso, e così è: un corso estivo), ma che comunque la tengono al salvo da una figura in stile Oscar Giannino. Resta però una domanda, come può un corso di 63 ore essere equiparato a una laurea o diploma di laurea ed essere conseguito in due anni?I titoli di studio di Marta Grande

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO