M5S, Crimi: "Pd propone Boldrini e Grasso? Se li votino"

Il capogruppo al Senato del Movimento 5 Stelle boccia le proposte di Bersani. I grillini voteranno ancora Fico e Orellana.


La posizione del Movimento 5 Stelle (prevedibilmente) non cambia. Vito Crimi, capogruppo del M5S al Senato, riguardo all'indicazione data dal Pd stamane sui nomi di Laura Boldrini di Sinistra e libertà e di Pietro Grasso per la presidenza, rispettivamente, di Camera e Senato, ha escluso l'ipotesi che questi possano ricevere il voto del non-partito di Beppe Grillo. Che continuerà a votare i suoi candidati Roberto Fico e Luis Alberto Orellana.

Se li votino

Questa la frase pronunciata da Crimi, che chiude ancora una volta ogni possibilità di intesa con il partito di centrosinistra, che così dovrà fare a meno, verosimilmente, dell'appoggio del centrodestra oltre che, appunto, del M5S. In questo senso, dunque, Bersani riuscirà ad evitare eventuali inciuci (esclusi ieri sera anche da Berlusconi) che avrebbero fatto sicuramente il gioco di Grillo.

Le candidature dell'ex portavoce dell’Agenzia Onu per i rifugiati (Unhcr) in Italia, alla Camera, e dell'ex Procuratore Antimafia, al Senato, non raccolgono il gradimento dei grillini, che così continuano sulla loro strada.

Tra qualche minuto riprenderanno le votazioni - che PolisBlog seguirà in diretta.
Alle 11 a Palazzo Madama si voterà per la terza volta. Servirà la maggioranza assoluta (50% +1) dei voti dei presenti. Ricordiamo che la seconda carica dello Stato deve essere eletta obbligatoriamente entro il quarto scrutinio. Il quarto voto avrà luogo come ballottaggio tra i due candidati più votati al terzo scrutinio e basterà la maggioranza relativa.

A Montecitorio, sempre alle ore 11, si voterà per la quarta volta. Anche qui serve la maggioranza assoluta, che però SEL e Pd detengono (hanno il 55% dei seggi).

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO