Afghanistan: fallisce la strategia della guerra. Dopo 10 anni ai Talebani viene offerta la soluzione politica


Molte volte, soprattutto dopo gli attacchi ai militari italiani, ci siamo trovati a chiederci quale senso avesse la presenza militare occidentale in Afghanistan, lontano paese dove una guerra senza fine è servita solo ad insediare un personaggio come Karzai, ormai ritenuto impresentabile anche dagli Usa.

La risposta più ovvia, quella che spiega la presenza delle truppe straniere in terra afgana con interessi strategici ed economici che nulla hanno a che fare con l'esportazione della democrazia, viene sovente contestata facendo riferimento alla necessità di liberare il paese dai Talebani e di consentire lo sviluppo di un regime democratico.

Purtroppo gli sviluppi in Afghanistan dimostrano che tutti i soldati morti laggiù e i miliardi di dollari sprecati, anche dall'Italia, non sono serviti a nulla: si trattava di pura propaganda. Gli Stati Uniti, insieme a Inghilterra e Germania, avrebbero infatti deciso di aprire ai Talebani, contrattando un loro ingresso nel governo di Kabul in cambio della fine delle ostilità. E non sarebbe escluso neppure un ruolo per il celebre Mullah Omar.

Dieci anni di guerra, migliaia di morti e soldi pubblici sprecati a vagoni per arrivare al riconoscimento politico dei Talebani. Missione compiuta.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO