Corea del Nord: Pentagono, scudo anti-missili da un miliardo di dollari

Saranno rafforzati in particolare i sistemi che si trovano lungo la costa occidentale americana, dalla California all'Alaska

Usa rispondono a Corea del Nord con lo scudo

Gli Stati Uniti rafforzano il sistema anti-missili dopo le minacce provenienti dalla Corea del Nord. Il nuovo segretario alla Difesa, Chuck Hagel, ha in programma un nuovo scudo da un miliardo di dollari. Saranno rafforzati in particolare i sistemi che si trovano lungo la costa occidentale americana, dalla California all'Alaska: da lì, infatti, potrebbero arrivare concretamente le minacce di Pyongyang. Gli intercettori, entro il 2017, aumenteranno da 38 a 44 e avranno il compito di difendere gli Stati Uniti dagli ordigni intercontinentali.

Le risorse finanziarie arriveranno riducendo lo scudo anti missilistico meno efficace, quello che dà sull'Europa. Che poi è anche la fascia americana che viene considerata meno a rischio. L'obiettivo di Hagel è anche politico: il nuovo scudo avrà una funzione di deterrenza (in realtà, nei test effettuati finora, i sistemi anti-missile hanno un'efficacia di appena il 50 per cento).

Gli americani vogliono inviare dunque un monito alla Corea del Nord e allo stesso tempo rassicurare Giappone e Corea del Sud: gli Stati Uniti intendono infatti impegnarsi strategicamente per favorire la sicurezza e la stabilità dell'Asia. E' anche un'implicita richiesta alla Cina di intervenire per evitare un'escalation che potrebbe portare danni anche alla superpotenza asiatica.

In ogni caso, Washington non intende abbandonare al suo destino l'Europa. Continuerà a fornire il suo contributo alla Nato, pur essendo in un periodo di austerity. Non verrà più costruito il quarto scudo in Polonia, peraltro in ritardo e osteggiato dalla Russia. Scudo che doveva servire per evitare le minacce provenienti dal Medio Oriente. Per quanto riguarda l'Iran, però, potrebbe esserci un'eccezione con nuovi intercettori piazzati sulla costa orientale americana.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO