Piazzapulita, la puntata del 18 marzo live su PolisBlog, Santanchè a Richetti: "Dici caxxate"

Undicesimo appuntamento con il talk show di La7 condotto da Corrado Formigli. In diretta su PolisBlog.

00.26 Finisce la diretta.
00.24 Richetti non ne può più di parlare di Berlusconi. Santanchè lo accusa di dire 'caxxate'. Intanto un sindaco urla:

Fate la legge elettorale e andate a casa.


Piazzapulita, la puntata del 18 marzo - FOTO
00.22 Il 22 marzo ci sarà una manifestazione Tutti con Silvio in Piazza del Popolo a Roma. La Santanchè lo ricorda. Il 23 marzo invece ci sarà una manifestazione di Micromega per chiedere l'ineleggibilità di Silvio Berlusconi in quanto titolare di concessioni pubbliche.
00.16 Le intenzioni di voto.

00.16 Il nuovo premier.

00.13 Per la Santanchè Casaleggio comanda nel M5S. Gomez fa notare che la votazione in Senato dimostra che i parlamentari agiscono con la propria testa.
00.13 Gli indici di fiducia.

00.12 Votare la fiducia a chi?

00.11 Grillo ha ragione?

00.10 I sondaggi. L'elettorato grillino e il voto per Grasso.

00.09 Il numero di suicidi in Italia nel 2012.

00.03 Burgarella chiude con un appello alla politica: agite, il lavoro deve arrivare in Sicilia.
00.02 "Questa sera lui sarà felice perché volevo mandare il suo messaggio di dolore a tutta Italia".
23.58 L'intervista in studio a Giovanni Burgarella, il fratello dell'operaio che si è suicidato lo scorso 8 febbraio con la Costituzione in mano.

23.51 Richetti: "Il Pd deve dare disponibilità a Napolitano per un governo da lui indicato, soprattutto se sostenuto anche dal M5S"
23.46 Gomez: "Difficilmente il parlamentare si farà comprare. I militanti dei 5stelle hanno capito che un conto è votare una carica istituzionale un altro votare una carica di governo".
Quindi prevede che il M5S non appoggerà nessun governo, salvo nel caso in cui Bersani non avanzi proposte che non si possono rifiutare.
23.42 Tavolazzi:

Il Paese deve rendere merito a Grillo, autore di un'azione magistrale.


Poi nota che il comico non pensava che il M5S sarebbe diventato l'ago della bilancia di un governo.

23.41 Per la Ciuffini la regola imposta di Grillo è più che altro un indirizzo suggerito a deputati che nemmeno il comico conosce.
23.37 "La regola sul voto in maggioranza, richiamata da Grillo, è stata calata dall'alto ed è in conflitto con l'articolo 67 della Costituzione". Poi sul deputato che ha sottoscritto quell'impegno:
"Chi ha firmato è un contraente debole, perché non ancora eletto e perché se rifiuta viene cacciato".
23.36 Tavolazzi prevede che i grillini che hanno votato Grasso saranno perdonati da Grillo.

23.34 Crimi spiega che non c'è stata la diretta streaming della riunione al Senato dei grillini per evitare di dare indizi agli altri partiti che fanno strategie.

Se avessi votato Grasso rimetterei alla Rete la mia presenza in Parlamento per capire se mi venisse data una nuova possibilità o meno.

23.32 L'intervista a Crimi:

Non abbiamo un capo che decide. Si decide a votazione.

23.30 Hooper denuncia l'insostenibilità della scelta fatta dal M5S sul piano della comunicazione:

Non ci si può scegliere il mezzo di comunicazione. In internet si può discutere, ma si può anche ignorare il commento.

23.29 Per il giornalista inglese nel M5S c'è una divisione tra massimalisti e riformisti, divisione classica nei movimenti rivoluzionari.
23.26 Per Hooper il M5S è un elemento incoraggiante, ma non c'è abbastanza trasparenza:

Loro non vogliono cambiare il sistema, ma cambiare sistema.

23.22 La giornalista origlia la discussione dei senatori grillini poco prima del voto decisivo. Da dietro la porta si sentono urla. Intanto quando Berlusconi arriva in Senato risponde agli insulti che dalla folla vengono pronunciati contro di lui.

23.14 Un servizio illustra le proteste degli esodati nei confronti dei parlamentari al primo giorno di legislatura. Quindi il racconto delle prime due giornate di lavoro parlamentare.

23.12 Santanchè tiene a precisare la diversità di Berlusconi rispetto ai politici di professione.
23.12 Santanché: "Da giovedì presentiamo 8 nostri disegni di legge".
23.10 Gomez: "Anche adesso, col vecchio governo, se volete in un mese potete fare una legge".
23.09 In studio arriva anche l'ex grillino Valentino Tavolazzi.
23.05 L'imprenditore edile Disarò racconta i problemi della sua azienda. E definisce 'morti di Stato' i suoi colleghi che si sono suicidati.

23.04 "Il compito dello Stato non è far quadrare i conti, ma far star bene i cittadini".
23.02 Preatoni sostiene che in Italia si parli troppo dei politici, che dall''84 non hanno messo a posto niente. E se la prende con Monti e con chi ha sostenuto il suo governo perché hanno voluto l'austerità.

22.59 Richetti ritiene che restituendo i 4 miliardi di euro pagati per l'Imu sulla prima casa non si rinvigorisce l'economia, anzi. Poi spiega: "Ho rinunciato al vitalizio di 600 mila euro. Mi sono dimesso da consigliere regionale".
22.55 Santanchè: "Domani inizieremo guerra di libertà. Formigli lei dovrebbe fare l'arbitro, spesso scende a fare un tackle". Poi aggiunge: "La giustizia è come un cancro. Finché non ti ammali non sai di cosa si tratta".
22.54 Santanchè: "La riforma Fornero è stata un disastro".
Gomez: "L'avete votata, non fuggite dalla vostra responsabilità"
Santanchè: "Noi eravamo ricattati".
22.52 Santanchè: "Oggi dovremmo avere tutti il senso di responsabilità, dopo aver sentito le storie di questi invisibili".
22.44 Il sindaco di Longobucco ritiene sia intollerabile parlare di uveite mentre c'è un'emergenza sociale.

22.37 Alcuni sindaci sono in studio. Roman di Galzignano Terme contesta il patto di stabilità che impedisce al suo comune di spendere soldi correttamente ottenuti. Invernizzi di Bellusco ha sforato il patto di stabilità per pagare gli operai del suo comune. E guadagna 1000 euro circa, usandoli in parte per aiutare i bisognosi. Un altro sindaco - che ha votato Grillo - se la prende con lo Stato "latitante".

22.35 "I burocrati e i professori dicono che l'eccesso di rigore è stato un errore. E invece è stato il rigore, non l'eccesso, ad essere sbagliato".
22.32 Per l'imprenditore Preatoni la colpa dell'attuale situazione in Italia è da attribuire a due questioni: euro e austerità. L'imprenditore spiega che dire euro non significa dire Europa e per questo auspica l'uscita dalla moneta unica.

22.24 Con un servizio si va a Torino dove c'è stata la prima manifestazione dei senza fissa dimora. Operai, macellai che ora fanno la vita da 'barboni'. Si definiscono 'invisibili' e alcuni di loro si chiedono se valga ancora la pena vivere. Tra di loro - in mensa - c'è anche un laureato in lingue.

22.22 Per Hooper le possibilità sono due: o il M5S si spacca e regge il governo Pd oppure un governo tecnico.
22.15 Ciuffini: "Grillo deve comportarsi come padre di famiglia rispetto ai figli adolescenti". Pubblicità.
22.14 Santanchè lamenta di essere stata definita "signora" da Ciuffini, che invece ha chiamato Richetti con "dottore".
22.11 Sabina Ciuffini fa l'elogio della pazienza, che serve per ascoltare sempre le stesse cose.

22.09 "Bersani ormai è morto politicamente".
22.07 Santanchè nega che Berlusconi fosse in una suite di 200 metri con un pianoforte. E definisce "vergognoso" il servizio di Piazzapulita. Poi chiosa:

E' la legge che non rispetta Berlusconi, non il contrario.

22.06 Santanchè:

Siamo l'unico paese occidentale in cui nella magistratura ci sono delle correnti.

22.03 Richetti rimprovera al Pdl di aver fatto come primo atto dopo le elezioni una manifestazione contro la magistratura.
22.02 Santanchè:

A noi va anche bene un governo con Premier Bersani. A noi interessa il programma.

22.00 Richetti è soddisfatto di come sono andate le elezioni dei presidente delle due camere.
21.59 Mascali del Fatto quotidiano nota che Berlusconi teme di più il processo Mediaset perché qui rischia l'interdizione dai pubblici uffici, e cioè di rischia di non potersi candidare più.

21.54 Un servizio sull'uveite di Berlusconi. Alcuni infermieri sostengono che un paio di occhiali avrebbe potuto evitare al Cavaliere il ricovero di una settimana al San Raffaele (200 metri di stanza, con idromassaggio e pianoforte).
21.52 Hooper critica l'operato del governo Berlusconi. La Santanchè ritiene che il giornalista sia di parte.

21.50 Hooper sul conflitto di interessi di Berlusconi: "La situazione in Italia è unica: 3 di quattro canali privati sono nella mani di un solo signore. E' un'anomalia".
21.49 Santanchè assicura che il Pdl è pronto a collaborare col Pd al governo anche se come prima misura venisse indicata quella sul conflitto di interessi.
21.47 Richetti sostiene che Berlusconi più che una proposta ha fatto una minaccia.

21.46 "Il Presidente della Repubblica non può essere di una parte politica".
21.45 Santanché ricorda che Bersani disse che anche se avesse vinto si sarebbe comportato come se avesse avuto il 49%. Invece così non sta facendo. Per questo motivo Berlusconi oggi ha chiesto che il nuovo Presidente della Repubblica sia di "garanzia".

21.43 Formigli presenta gli ospiti in studio.
21.37 Pubblicità.
21.36 "Siamo arrivati al punto che il governo italiano non conta niente". Forchielli ha pagato 50 mila euro di Imu.
21.34 "Uscire dall'euro vuol dire massacrare 20 milioni di famiglie. Di Grillo mi sono fatto una pessima impressione. E' totalmente privo di contenuto, non ha argomenti, non un programma economico".
21.33 "I tedeschi iniziano a sentire il polso di Grillo e sono terrorizzati. Sono proprio stanchi di noi".
21.29 Forchielli a Formigli che gli chiede cosa dicono di noi nel mondo: "Non siamo al centro del mondo. Gli americani si divertono molto con noi. La nostra classe politica è detestata". "L'Oriente vuole molto bene all'Italia, vive questa situazione di instabilità con sofferenza".
21.25 Per Alberto Forchielli dell'Osservatorio Asia l'Italia non rischia di finire come Cipro.

21.24 Fate presto il titolo della puntata.

21.20 Inizia la diretta. Si parte con un servizio su Cipro.

Si intitola Fate presto l'undicesima puntata di Piazzapulita, programma di approfondimento politico del lunedì sera di La7. Il talk show condotto da Corrado Formigli questa sera si occupa di economia e della difficile situazione sociale in Italia dove una una lunga catena di suicidi rappresenta il lato più oscuro della chiusura delle imprese; con uno sguardo ovviamente sulle ultime vicende politiche.
In studio animeranno la discussione Daniela Santanchè del Pdl, Matteo Richetti del Pd, Peter Gomez, direttore del Il Fatto quotidiano.it, Jhon Hooper giornalista de The Guardian, Alberto Forchielli dell'Osservatorio Asia e l'imprenditore Ernesto Preatoni.
PolisBlog seguirà in tempo reale tutta la puntata a partire dalle ore 21.10.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO