Gli scheletri nell'armadio e i buchi neri di Antonio Di Pietro

di pietro servizi segreti

Non è ancora fra l’incudine e il martello, Antonio Di Pietro, ma non si può negare che nuvoloni densi di guai si stanno addensando sopra il suo capo. Il leader dell’Idv ha troppi buchi neri che riguardano il passato (l’escalation in polizia, in magistratura e in politica) e il presente (“Un sistema di potere costruito con ex arnesi di altri partiti, gente di mano messa nelle liste, un figlio aduso alla clientela, un patrimonio immobiliare senza precedenti” Peppino Caldarola sul Riformista).

La goccia che fa traboccare il vaso è la “famosa” foto che ritrae l’ex pm nel convivio con Bruno Contrada e il capo della Kroll, il controspionaggio privato americano nel giro della finanza USA. Non sta a noi rifare qui la cronaca. Comunque, Tonino pare aver avuto e pare avere vuoti di memoria degni di un imputato sotto interrogatorio: non ricordo, non sapevo, non so.

Perché il capo dell’Idv minimizza e finge di non ricordare? Forse perché troppi scheletri ingombranti restano chiusi nell’armadio dell’ex pm. Molti sono gli interrogativi senza risposta, ma quello politicamente più inquietante riguarda il sospetto di un Di Pietro “strumento” e “terminale” di servizi segreti e americani interessati a destabilizzare la Dc e il Psi e far saltare la Prima Repubblica. Da lì la “copertura” a Di Pietro per innestare la bomba di Tangentopoli.

Gossip da tagliola o inquietante verità? Quel che è certo, che adesso tocca a “lui”.

La montagna di sospetti e dubbi forse sotterrerà il padre/padrone dell’Idv , un partito clientelare cui non basta più l’antiberlusconismo viscerale per fare da sponda e rimanere vessillifero della purezza del giustizialismo “duro e puro” di parte degli italiani.

Anche uno come De Magistris sente puzza di bruciato e annuncia di voler fare un nuovo partito con i vendoliani, pezzi del Pd e una parte dei dipietristi pronti a “pugnalare” l’ex pm, ritenuto oramai troppo ingombrante e abbandonato dagli “ex” amici e/o “amici degli amici” di un tempo. Chi di spada colpisce, di spada perisce.

  • shares
  • Mail
66 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO