Nucleare Iran, Obama: "Ridurre le tensioni"

Obama ha usato il bastone e la carota con Teheran, precisando di preferire la soluzione diplomatica, ma di essere pronto anche a misure diverse.

Messaggio diretto all'Iran

In occasione del Nowruz, l'inizio del nuovo anno in Iran, il presidente americano Barack Obama ha fatto gli auguri alla popolazione di Teheran in un videomessaggio, ma ha anche avvertito i politici: "Il regime deve prendere misure immediate e significative per ridurre le tensioni che sono nate dopo il controverso programma nucleare che ha intrapreso".

Tra due giorni, il numero uno della Casa Bianca sarà in Israele per una visita ufficiale. Chiaro che è proprio il Paese ebraico quello maggiormente a rischio nella zona e gli americani intendono proteggere Tel Aviv da un'escalation che potrebbe creare seri danni. Il presidente statunitense ha aggiunto che l'Iran, se continuerà su questa strada, finirà per isolarsi completamente dal resto del mondo.

Il Nowruz ha permesso a Obama di fare anche un parallelo tra il nuovo anno e la speranza che anche i rapporti tra l'America e l'Iran possano intraprendere una strada nuova, diversa. Il nodo del nucleare è quello che al momento divide maggiormente: "Noi siamo disponibili a una soluzione pacifica, attraverso la diplomazia. Se, come affermano i leader iraniani, il loro potenziamento nucleare è a scopi pacifici, questa sarà la base per una soluzione concreta".

In realtà, Obama è il primo a non credere che Teheran stia preparando l'atomica per scopi pacifici e nel finale del discorso ha aggiunto: "Il governo deve cambiare atteggiamento, altrimenti resterà solo". Non è la prima volta che gli Stati Uniti si rivolgono direttamente ai capi iraniani, chiedendo di interrompere il loro programma nucleare. E minacciando, altrimenti, non solo azioni diplomatiche.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO