I capigruppo di Camera e Senato: Speranza e Zanda per il Pd, Dellai e Mauro per Scelta Civica

Tutti i capigruppo di Camera e Senato


Eletti i presidenti dei due rami del Parlamento, è il momento di ufficializzare i capigruppo. Oggi i gruppi parlamentari sono stati ufficializzati – con l'adesione degli eletti – e si stanno riunendo per eleggere i loro rappresentanti, che però in molti casi sono già stati designati dai leader dei partiti negli scorsi giorni. Più tardi tutti i capigruppo si riuniranno nella prima conferenza assieme ai presidenti d'Aula per fare il punto sulle prossime scadenze, e fissare la data per l'elezione degli uffici di presidenza.

Pdl: poche sorprese per quanto riguarda il Popolo della Libertà, dopo il "blitz" di ieri di Berlusconi che ha indicato i due capigruppo da sottoporre al voto (superfluo, a questo punto) dei gruppi. Al Senato Renato Schifani, superato da Grasso nell'elezione per la presidenza, torna al suo vecchio ruolo di capogruppo, ricoperto fino al 2008. Avvicendamento anche a Montecitorio, dove Fabrizio Cicchitto cede il posto a Renato Brunetta. L'ex ministro della Funzione Pubblica è stato fortemente voluto da Berlusconi, che lo ha preferito al "troppo moderato" Maurizio Lupi.

Pd: in mattinata è stata bocciata la proposta di Bersani di prorogare i due capigruppo uscenti Anna Finocchiaro e Dario Franceschini fino a data da destinarsi. I due hanno rifiutato (via Twitter) invitando il segretario a insistere su quella politica di rinnovamento che li ha esclusi dalla presidenza delle due Camere. Al Senato, il gruppo Pd ha eletto per acclamazione Luigi Zanda, mentre più complicata è la situazione alla Camera, dove il gruppo è diviso in correnti. I "giovani turchi" vorrebbero un loro esponente come Andrea Orlando, ma i renziani vorrebbero avere voce in capitolo: alla fine la spunta Roberto Speranza, lucano, uno dei più giovani deputati Pd (33 anni), molto stimato da Bersani, eletto a scrutinio segreto on 200 voti su 297.

Movimento 5 Stelle: già decisi da una settimana i due capigruppo, peraltro già attivi, Vito Crimi al Senato e Roberta Lombardi alla Camera.

Scelta Civica: al Senato, la spunta l'ex rappresentante Pdl al Parlamento Europeo Mario Mauro. Alla Camera, dopo il passo indietro di Andrea Romano, montezemoliano direttore di Italia Futura, è stato nominato l'ex presidente della provincia di Trento Lorenzo Dellai.

Lega Nord: Massimo Bitonci eletto capogruppo al Senato, mentre alla Camera la Lega riesce a formare un gruppo parlamentare autonomo (ha solo 18 deputati contro un minimo di 20 per creare un gruppo) accorpando anche Angelo Attaquile, eletto per l’Mpa, e Rudi Marguerettaz di Union valdotaine. Il capogruppo sarà Giancarlo Giorgetti.

Sel: contrariamente alle attese, i vendoliani non faranno gruppo comune con il Pd alla Camera, dove hanno eletto loro rappresentante Gennaro Migliore. Al Senato invece Sel non ha i numeri per formare un gruppo ma è stata comunque eletta portavoce Loredana De Petris.

Gruppo misto: alla Camera, i parlamentari senza gruppo di riferimento hanno eletto Pino Pisicchio, di Centro Democratico

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO