Bersani, Grillo, Berlusconi come i capponi manzoniani? E Napolitano ...

Imperterrito, Pierluigi Bersani è pronto a salire al Colle per ricevere dal capo dello Stato l’incarico di formare il nuovo “governo del cambiamento”. Inamovibili – quelli del M5S – ribadiscono il loro “no” al segretario del Pd: “Nemmeno se cammina sui ceci”. Come gli arcinoti capponi manzoniani, Bersani, Grillo, Berlusconi (più il sornione Monti), si beccano forte sulla via che li conduce al Quirinale, dove ad aspettarli c’è un presidente pronto a giocare fino in fondo tutte le carte a disposizione, inventandosi anche quella risolutiva, fuori dal mazzo. Quindi, più che sui ceci, Bersani è costretto a muoversi in un campo minato e dove il fuoco amico, specie per le turbolenze interne al pidì, può fare più danni di quello dei partiti avversari. Pierluigi è fiducioso perché “la ruota gira”, ma, vista l’aria che tira, non è chiaro in che direzione va, con chi, e a fare che cosa. Perché la coperta resta corta, i numeri

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO