La Casa Bianca sotto tiro in un video di propaganda nord-coreana

Dopo la ferma condanna delle esercitazioni di volo effettuate da bombardieri B-52, definite "imperdonabile provocazione" dalla Corea del Nord, e la minaccia di attaccare le basi militari statunitensi situate in Giappone e nell'isola di Guam, il regime comunista di Pyongyang si sarebbe affrettato a diffondere un nuovo video di propaganda anti-americana, nel quale il Campidoglio esplode e la Casa Bianca appare nella poco rassicurante posizione di obiettivo posto al centro di un mirino, e pronto a saltare in aria.

C'erano già stati almeno altri due precedenti, tra i quali un insieme di immagini con la città di New York probabile vittima di un attacco missilistico e poi lo stesso Obama, sovrapposto ad una tenda di lingue di fuoco insieme a soldati in uno scenario che faceva intuire un intervento di bombe, il tutto sempre diffuso sull'ufficiale ‘Uriminzokkiri’.


Le immagini particolarmente incriminate stavolta arrivano verso la fine del video, dopo la consueta sfilata di mezzi militari e di armi in azione, destinata a preparare il Nemico ad una sorte prima minacciosamente predetta e poi direttamente ben illustrata su un'irreale fondo blu, che ci ricorda una certa simbologia cromatica tradizionalmente associata ai liberali, mentre alcuni tra i più noti profili di Washington soccombono alla violenza militare di quello che appare come un temibile scenario di crack, tra due nazioni che oscillano ormai da tempo sul bordo di un conflitto.

Via | lexpress.fr

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO