Beppe Grillo contro Matteo Renzi: "È un cartone animato". Ma nei sondaggi il rottamatore è davanti

Il sondaggio Swg dice che il sindaco di Firenze è il politico con il più alto indice di gradimento. Il leader del Movimento 5 Stelle è secondo. E Grillo parte all'attacco

Matteo Renzi Berlusconi

Matteo Renzi supera Beppe Grillo nei sondaggi e subito il leader del Movimento 5 Stelle gli dà contro. In verità si tratta solo di una coincidenza, visto che l'intervista alla tv turca (continua il giro del mondo di Grillo) è di qualche giorno fa. Ma partiamo dal sondaggio Swg sui leader politici con il maggiore indice di gradimento.

Al primo posto si piazza Matteo Renzi, verso il quale hanno fiducia il 49% degli italiani. Al secondo posto Beppe Grillo con il 36% e al terzo Pierluigi Bersani con il 32%. Più indietro Silvio Berlusconi (24%) e Mario Monti (20%). Quello che colpisce (ma ormai neanche più tanto) è che il gradimento nei confronti del sindaco di Firenze è totalmente trasversale: piace a sinistra, centro e destra tanto da raggiungere una fiducia vicinissima al 50%.

Ma colpisce anche l'alto gradimento di un personaggio come Beppe Grillo. Perché? Mentre Renzi è una figura politica inclusiva, che, cioè, mira a unire l'elettorato anche di provenienze diverse; Grillo ha un immagine molto diversa e polarizzante. O lo si ama, o lo si odia (un po' come Berlusconi). Per questo colpisce che la fiducia che gli italiani hanno nei suoi confronti sia più alta della percentuale degli elettori del Movimento 5 Stelle.

Insomma, al momento i leader politici più amati sono loro: il vero vincitore e il grande assente delle ultime due elezioni. Tra i due tra l'altro non corre buon sangue, per niente. Si sono già scontrati in qualche occasione e, adesso, Beppe Grillo è tornato all'attacco nell'intervista alla televisione turca Trt.

Renzi? È un cartone animato e lo chiamano 'Copia-e-incolla'. Lui copia e dice: se noi facciamo le cose che fa Grillo, Grillo non esisterebbe...

Chiaro il significato dell'accusa: Matteo Renzi (per esempio sull'abolizione del finanziamento ai partiti) prende le idee del Movimento 5 Stelle, le fa sue e poi dice che basta fare alcune mosse giuste per far sparire il Movimento 5 Stelle. Forse ha anche ragione Grillo, anche se l'inventore della rottamazione dei politici in questo campo qualche credito se l'è guadagnato. E, almeno stando a quello che dicono i sondaggi (anche quelli che lo vedono alla guida del Pd) il primo posto virtuale se l'è conquistato.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO