L'incontro dei due papi: Francesco e Benedetto XVI a Castelgandolfo

Mai due papi si erano incontrati e avevano pregato insieme. Oggi la bimillenaria storia della Chiesa cattolica può segnare una tacca fondamentale nel suo archivio degli eventi.

L'elicottero di papa Bergoglio è atterrato alle 12 e 15 a Castelgandolfo, la residenza estiva dei pontefici, che sta ospitando fuori stagione Joseph Ratzinger, papa emerito, dal 28 febbraio, giorno in cui sono diventate effettive le sue dimissioni: con passo incerto l'ex vescovo di Roma ha accolto il suo successore, generando il soggetto per una scena che difficilmente sarà dimenticata.

Dopo l'abbraccio sulla piattaforma dell'eliporto, i due papi hanno pregato insieme nella cappella di Castelgandolfo, inginocchiati allo stesso banchetto, così come ha voluto Ratzinger che ha preso per mano Bergoglio che voleva farsi precedere.

Finita la preghiera, avvenuta davanti alle telecamere, i due "colleghi" eccellenti si sono riuniti in privato in biblioteca. Il colloquio è durato circa tre quarti d'ora e si può solo immaginare quali siano stati gli argomenti, visto il totale riserbo, ma è molto probabile che si sia affrontato lo scandalo Vatileaks.

Al termine della riunione è stato consumato il pranzo, insieme ai due segretari, monsignor Georg e monsignor Xuereb. Fuori della residenza vaticana molti fedeli auspicavano un'apparizione dei due papi sul balcone, ma sono rimasti delusi.

Dalle immagini televisive emerge soprattutto il precario stato di salute di Ratzinger, che sembra invecchiato tutto in un momento, tanto che il 76enne Bergoglio al confronto sembra un giovane vescovo . La lentezza della camminata e la curvatura delle spalle lasciano pensare che l'abdicazione sia stata la scelta molto razionale di un capo di stato ( e anche qualcosa in più) che non vede davanti a sé un orizzonte troppo lontano.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO