Bersani tesse la tela. Berlusconi e Grillo gettano benzina sul fuoco

L’Italia di queste ore – l’affannoso tentativo di Bersani di formare un governo, i muscoli mostrati dal Cav in Piazza del Popolo a Roma, i grillini guidati dal leader del M5S nel teatrino del cantiere No Tav – riporta al vecchio Marx in polemica con Hegel: “quando la storia si ripete, alla tragedia segue sempre la farsa”. Qui la farsa si ripresenta con lo schema stantio: “berlusconiani” contro “antiberlusconiani”. Ma si fanno i conti senza l’oste, cioè senza Beppe Grillo, l’interprete degli italiani della ramazza (soprattutto giovani) che non ne possono più di questo sistema retto da questa politica e da questi politici. Chi si ricorda del primo Vaffa-day, quando il comico genovese promise il suo personale bollino di qualità sulle liste civiche delle amministrative di sei anni fa? Di fatto Grillo lanciava – snobbato e villaneggiato dalle battute ironiche dei sinistri della sinistra classica con in testa Fassino - su scala nazionale il partito delle liste

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO