Laura Boldrini a Che tempo che fa, 24 marzo 2013

Il presidente della Camera intervistata da Fabio Fazio.

21:20 Boldrini: "Vorrei sbloccare i fondi per le imprese. E tengo tanto alla legge sulla cittadinanza. I bambini che nascono in Italia devono essere italiani. E' una questione di civiltà". Fine intervista.

21:19 Boldrini: "Papa Francesco ha fatto un discorso bellissimo riguardo i ponti culturali. Nell'era globale, le politiche non devono essere solo nazionali, bisogna allargare la lente verso l'Europa e oltre. Le grandi decisioni non vengono prese nei confini nazionali ma altrove. La figura del migrante è l'espressione umana della globalizzazione".

21:15 Boldrini: "Le leggi anti-democratiche in Ungheria? Sullo spread, c'è l'attenzione di tutti. Sulle questioni sociali, invece, non c'è l'attenzione. L'Europa dovrebbe subito intervenire. L'Europa dovrebbe continuare a rappresentare il sogno che era. L'Europa non è solo spread e pareggio di bilancio".

21:14 Boldrini: "Non ho visto partiti che vogliono giocare contro. C'è l'intenzione di avere un governo che io mi auguro sia un buon governo"

21:13 Boldrini: "Le carceri? In Europa, hanno emesso che il nostro trattamento ai detenuti è disumano e degradante. Un paese civile si vede anche da questo. Servono misure alternative alla detenzione e serve trovare una soluzione. Serve una riforma carceraria".

21:12 Boldrini: "In parlamento, ci sono figure impegnate che vogliono fare la differenza con serietà. Grillo dice che sono una scelta partitocratica? Io ho una mia storia, è una dichiarazione fuori luogo. La democrazia ha bisogno dei partiti ma devono essere trasparenti. Alla democrazia, serve lo scambio e i sindacati"

21:09 Boldrini: "Io penso che ci siamo persone che hanno dedicato la vita alla politica e meritano rispetto. Non siamo tutti uguali. Chi ha fatto politica, impegnandosi, merita rispetto anche nel tempo in cui si vede di mal'occhio la politica. Non dobbiamo buttare tutto alle ortiche. Il paese riprenderà quando la figura femminile sarà centrale".

21:06 Boldrini: "Io credo che per avere buoni cittadini, servono buone istituzioni. Chi ha compiti istituzionali, ha una doppia istituzionalità. Bisogna rispondere ai cittadini nella sfera pubblica e privata. I comportamenti devono essere di riferimento. La gente deve innamorarsi delle istituzionali ma servono figure di riferimento. Tagliare il mio emolumento non è la soluzione ma ho fatto la prima cosa che potevo fare. E' stato il mio biglietto da visita agli italiani".

21:03 Boldrini: "Io non ero mai stata in politica. Il primo giorno alla Camera è stata un'emozione fortissima. Il giorno dopo, incontro l'on. Franceschini che mi dice: "Avrai una bella sorpresa". Io pensavo di votare una persona che stimavo. Invece tutto il PD si è rivolto tutto verso di me. I sentimenti sono stati tanti"

21:00 inizio intervista. Laura Boldrini riguardo i primi obiettivi: "Ci sono tante cose da fare. Bisogna dare risposte ai bisogni della gente che è disperata. Bisogna cominciare dal lavoro che è la madre delle emergenze. Il governo sbloccherà i soldi che devono alle imprese. Tanti piccoli imprenditori sono strangolati dalla crisi e dalla mancanza di accesso al credito".

Laura Boldrini concederà la sua prima intervista da nuovo Presidente della Camera, stasera, alle ore 20:10, durante la nuova puntata di Che tempo che fa, la trasmissione condotta da Fabio Fazio in onda su Rai 3.

La Boldrini, deputato di Sinistra, Ecologia, Libertà ed ex portavoce dell'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, è stata eletta presidente della Camera lo scorso 16 marzo con 327 preferenze.

Questo è stato il suo discorso di investitura:

Care deputati e deputati, permettetemi di esprimere il mio più sentito ringraziamento per l'alto onore e responsabilità che comporta il compito di presiedere questa assemblea. Vorrei rivolgere il mio saluto rispettoso e riconoscente e quello dell'assemblea al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, custode rigoroso dell'unità del paese e dei valori della Costituzione repubblicana. Questa Aula darà ascolto alla sofferenza sociale di una intera generazione. Sarò la presidente di tutti, a partire da chi non mi ha votato.

Nella prima riunione della conferenza dei capigruppo a Montecitorio, Laura Boldrini ha svelato quali devono essere le principali priorità:

Riduzione dei costi di Montecitorio e riforma dei regolamenti. Sono stati gli argomenti messi dalla presidente della Camera, Laura Boldrini, sul tavolo della prima riunione della conferenza dei capigruppo. La Presidente Boldrini ha indicato una riduzione dei costi a 360 gradi. Ed ha proposto che tutti i risparmi vadano a destinazioni sensibili come la ricerca.

Dopo queste parole, la Boldrini, durante una puntata di Ballarò, ha annunciato di essersi dimezzata lo stipendio e di aver rinunciato alla sua abitazione.

Dopo il primo incontro con il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, Laura Boldrini ha rilasciato ai giornalisti le seguenti dichiarazioni:

L'Italia ha bisogno di risposte, ha bisogno di crescita. C’è bisogno della collaborazione di tutte le forze politiche. Ci vuole buon senso, il Paese non può permettersi di tornare alle urne. Speriamo di trovare un governo che vada avanti per cinque anni. Se lo augurano tutti gli italiani. C'è bisogno di un governo prima possibile e quindi il Presidente esplorerà le strade per arrivare a questo scopo.

Polisblog riporterà in diretta tutte le dichiarazioni del presidente della Camera a Che tempo che fa. Appuntamento a stasera.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO