Olimpiadi invernali: Franco Frattini contro le federazioni italiane



Qualcuno precisi al Ministro degli Esteri, Franco Frattini, che lui non è Jim Carrey. Qualcuno, con forza, gli dica che non può candidarsi, di questi tempi, al ruolo da protagonista per un probabile remake di “The Truman Show”.

Vada per le fotografie, su Novella2000, di lui e della dermatologa (Chantal) con la quale ha condiviso l’intimità. Passino pure i ritratti personali, in giro per il mondo, caricati sul sito del proprio dicastero per far vedere che non è sua abitudine star fermo.

Ma era necessario commentare, alla Gazzetta dello Sport, i risultati degli italiani alle Olimpiadi invernali appena concluse? No. Certo che No. Soprattutto se tale annotazioni sono state fatte colpevolizzando chi alla manifestazione sportiva ha partecipato.

“Torniamo dal Canada con un bilancio deludente - ha dichiarato Franco Frattini - molto al di sotto delle speranze che erano anche state espresse da me stesso quando gli atleti erano stati accolti a Villa Madama. Avevo detto che avrei scommesso su Zoeggeler e sullo sci alpino che avrebbe fatto senz'altro meglio dello 0 ottenuto a Torino.

Sono stati fatti una serie di errori di impostazione dalle federazioni. Mi domando come sia possibile pretendere che gli atleti si concentrino su un obiettivo importante, liberino la mente dalle preoccupazioni, quando si chiede loro di pagarsi le spese di trasferte per gli allenamenti?”

Per la cronaca, il Ministero che si dovrebbe occupare dello sport è quello di Giorgia Meloni.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO