Corea del Nord: nel mirino Hawaii e Guam

La Corea del Nord ha schierato truppe in assetto da combattimento. Obiettivo: Stati Uniti, Hawaii e Guam.

Pyongyang pronta a colpire Hawaii e Guam

Lo riporta l'agenzia ufficiale Kcna. "Il bersaglio sono le basi degli Usa dalle Hawaai alle Guam". Si legge ancora: "Da questo momento il comando supremo dell'Esercito Popolare di Corea ha ordinato che tutte le unità di artiglieria, comprese quelle a lungo raggio e le unità missilistiche strategiche siano pronte a colpire".

La Corea del Sud ha fatto sapere che al momento non si segnalano movimenti particolari oltre il 38esimo parallelo. Il che fa presumere che da Pyongyang sia stata lanciata l'ennesima minaccia propagandistica. In queste ore, Seul e Washington "stanno eseguendo esercitazioni congiunte di difesa", il che acuisce le tensioni con il regime nordcoreano.

Come detto, non è la prima volta che da Pyongyang arrivano esplicite minacce di guerra contro gli Stati Uniti e contro la Corea del Sud. Il leader Kim Jong-un aveva stracciato live l'armistizio firmato 60 anni fa con i sudcoreani. Erano arrivate poi parole dure e video di propaganda in cui si minacciavano gli Stati Uniti di esplosioni nucleari. Secondo gli esperti, però, sarebbe impossibile per la Nord Corea questo tipo di attacco.

Finora, in America i venti di guerra nordcoreani sono sempre stati considerati poco credibili. Le vere minacce di Pyongyang, anche per gli esperti, sarebbero dirette a Seul. Ma non è escluso che Kim Jong-un voglia solo dare un messaggio ai tre vicini (Giappone, Corea del Sud e Cina) che hanno da poco cambiato leadership. Un messaggio per mostrare i muscoli. E nulla più.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO