Uccisione di Bin Laden: nuova versione sulla sua morte

Nel servizio della Cnn, si citano infine le parole del comandante del Team, pronunciate al presidente Barack Obama: "Non ci interessa chi ha premuto il grilletto, ciò che importa è quel che siamo riusciti ad ottenere tutti insieme”.

Bin Laden: ecco com'è stato ucciso

Come è stato ucciso Bin Laden la notte del 2 maggio 2011? E' emersa una nuova versione dell'omicidio del più potente terrorista degli ultimi anni, autore degli attentati dell'11 settembre 2001 contro gli Stati Uniti. A raccontare l'ennesima verità è stato un componente del Team 6 dei Navy Seals, che fecero irruzione nel bunker dello sceicco del terrore. E' stata la Cnn a mandare in onda la versione nuova, che differisce da quella raccontata da un altro componente del Team.

Lo scorso mese, l'uomo - identificato come "The shooter" - aveva detto di essere entrato per primo nella stanza in cui si trovava Bin Laden e di avergli sparato in testa per due volte. Anche questa verità era stata mandata in onda dalla Cnn, che aveva ripreso un reportage dell'Esquire, mensile statunitense. Lo stesso militare aveva poi detto di aver lasciato le forze armate Usa lo scorso anno, perdendo copertura sanitaria e pensione. Ora è arrivato il colpo di scena, come nei migliori gialli in cui il colpevole pare il maggiordomo, ma non si sa mai.

Ad Abottabad, a far fuoco al leader di al Qaeda non sarebbe stato un solo militare, ma tre. Il primo - chiamato Point Man - vide Bin Laden affacciarsi alla porta della sua stanza e lo centrò alla testa. Poi entrò e immobilizzò le due donne presenti, temendo che potessero farsi saltare in aria con cinture esplosive. Arrivarono quindi gli altri due militari che finirono lo sceicco con due colpi al torace.

Questa seconda versione sulla morte di Bin Laden somiglia a quella raccontata nel libro "No easy day" dell'ex militare Matt Bisonette.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO