Europa: l’Italia dovrà importare energia pulita



A qualcuno le precipitazioni, talvolta nevose, registrate negli ultimi giorni avran fatto dimenticare che l’Italia è anche il paese del sole. Fortunatamente tale amnesia non ha colpito tutti. In Europa, ad esempio, han ben presente i talenti del bel paese tanto un ultimatum.

O l’Italia inizierà a produrre più energia pulita o, per rispettare le regole comunitarie (redatte affinché in dieci anni un quinto dell’energia prodotta nel continente si verde) dovrà iniziare ad acquistarla da paesi che ne producono di più.

E’ molto probabile, come dichiarato dalla portavoce del commissario europeo per l’energia, che il nostro paese debba iniziare a trattare su questo tipo di rifornimento con la Germania che ha saputo fare un buon lavoro con le fonti rinnovabili.

Altro che centrali nucleari. Mentre in Italia si disquisisce su un tipo di energia sconsigliabile per una serie di motivi (oltre alle scorie la costruzione comporta dei costi piuttosto alti) gli altri paesi si stanno attrezzando per raggiungere una certa autonomia energetica.

Come spiegato dai colleghi di ecoblog.it la Spagna di Zapatero ha deciso di implementare gli investimenti sulla produzione di energia pulita affinché l’eolico soddisfi un quarto del fabbisogno energetico del paese.

  • shares
  • Mail
59 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO