Nuove elezioni: quanto ci costano?

Fallito il tentativo di Bersani, restano solo due alternative: il governo del Presidente o le nuove elezioni. Ma in caso di ritorno alle urne, ci sarà da sborsare circa 400 milioni di euro


Magari spunterà dal cilindro la soluzione a ogni male. O forse più semplicemente Napolitano prenderà in mano la situazione e imporrà a Pd e Pdl di raffreddare gli animi e provare a collaborare per qualche mese. Ma al momento non si può affatto escludere la possibilità che si torni a votare in tempi brevi. Anzi, la soluzione è la preferita da alcuni partiti, tra cui il Pdl.

Il problema sono gli elettori, che di sicuro al momento non vedono un nuovo governo di larghe intese come panacea di tutti i mali, ma davanti ai quali bisognerà giustificare anche il ritorno alle urne. O meglio: il costo del ritorno alle urne. Perché andare a votare per elezioni nazionali costa caro. I conti li ha fatti Libero:

Per quanto riguarda queste ultime consultazioni, il ministro Cancellieri ha comunicato che sono costate 389 milioni di euro. Fondi provenienti in parte dal ministero dell’Interno (315 milioni: 223 per coprire le spese dei seggi, 73 per garantire l’ordine pubblico, poco meno di 10 per le facilitazioni di viaggio riservate agli elettori che tornano nei Comuni di residenza, e poi il sistema informatico, il personale e via dicendo) e anche da quello degli Esteri (33,1 milioni) e dall’Economia (28) e pure dal ministero della Giustizia (13,4 milioni di euro).

Quasi 400 milioni per le elezioni del febbraio 2013, a cui però erano accorpate anche molte amministrative. Ma la cosa non cambia moltissimo, visto che a fine maggio se ne terrano numerose altre.

C’è da considerare che questi conti, come detto relativi alle elezioni di fine febbraio, comprendono anche le spese sostenute dallo Stato per lecontemporanee amministrative. E comunque, a parte il fatto che fra maggio e giugno ben 724 Comuni italiani eleggeranno le relative giunte, si può dire che considerandosoltanto le Politiche la spesa si aggirerà intorno ai 350 milioni.

350 milioni di euro. Niente che possa mandare in rovina l'Italia, ma neanche una cifra che si può spendere come niente fosse in un periodo di vacche magrissime. E quindi il dilemma: governo tecnico o nuove elezioni?

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO