Polisblog in diretta dal Paladozza: Rai per una Notte

Eccoci arrivati, inizia la diretta di Polisblog: Rai per una Notte sta per partire. Ricaricate la pagina per gli aggiornamenti.

20:32 Tanto per stuzzicare, ecco il promo di RPUN:

La diretta continua dopo il salto

20:33 Heroes di David Bowie nelle orecchie. Immagini di Benito Mussolini sugli schermi. Pochi minuti alla diretta

20:36 Sono stati visti transitare Peter Gomez, Barbara Serra, Marco Damilano. Intanto, il Paladozza si è riempito.

20:41 Insieme a me, il vignettista di Polisblog Pier Franco Brandimarte. Ecco la sua prima vignetta:

20:42 Tra gli ospiti della serata: Daniele Luttazzi, che torna "in tv" dopo l'epurazione subita a La7 a causa del suo programma "Decameron"

20:44 Sandro Ruotolo: "tra poco inizia RPUN, grazie a voi che avete consentito di fare questo evento straordinario per la libertà di informazione."

20:45 Ruotolo: "dobbiamo ringraziare voi, che avete collegato 200 piazze, e anche la Federazione Nazionale della Stampa Italia, che ha consentito questa iniziativa, che rientra tra le iniziative "sindacali". Infine, anche la redazione di Annozero, che ha contribuito alla realizzazione."

20:47 FNSI: "negare le notizie significa negare il pane. Hanno chiuso quattro trasmissioni per bloccarne una. La manipolazione è il vero cancro che va sconfitto"

20:49 Roberto Natale, presidente FNSI: "è un'iniziativa del sindacato, stanno arrivando brutte telefonate dalla RAI che chiedono notizie sulla trasmissione; questo non deve interessare alla vergognosa dirigenza RAI (ovazione del pubblico) e anzichè telefonare a Santoro e ai suoi collaboratori, si occupino delle telefonate del direttore del Tg1!"

20:51 Natale: "il problema dopo le Regionali sarà il ddl sulle intercettazioni, non credete a chi dice che vogliamo frugare nelle vite private; nelle prossime settimane teniamoci in contatto per bloccare questo pericoloso ddl."

20:56 Ci siamo quasi, Santoro sta per entrare...


21:00 Parte la musica di introduzione, pochi secondi ancora...

21:01 Parte un discorso di Mussolini: "Ora vi domando: desiderate onori, delle ricompense, la vita comoda? Esiste per voi l'impossibile?". Si sfuma su Berlusconi che fa le famose domande al pubblico alla manifestazione del PDL a Roma.

21:02 Entra Santoro: "caro Presidente Napolitano, non siamo al Fascismo, tra poco andremo a regolari elezioni, ma certe assonanze sono comunque preoccupanti. Siamo qua per il nostro lavoro di giornalisti. Quarantanni fa, il 25 Marzo, Danilo Dolci, decise di infragere le leggi: nacque la prima radio libera, per aiutare i terremotati e i disoccupati del Belice."

21:05 Santoro: "e le intercettazioni di Trani? Dobbiamo escludere anche quelle dalla Tv? Vorrei ricordarle con umiltà, Presidente, che per una telefonata Nixon dovette dimettersi. Una commissione del Senato, quando scoprì che tutte le telefonate di Nixon erano state pubblicate, disse: pubblicate tutto. Questa è la democrazia americana."

21:08 Santoro: "nel nostro paese non si deve parlare dei processi del Premier. Il Parlamento ha detto di non fare quei processi. Va bene. Ma è una ferita profonda per la libertà di pensiero dire che non se ne può parlare"

21:10 Santoro: "quarant'anni fa la prima radio libera italiana, quella di Danilo Dolci, fu chiusa perchè violava le leggi. In altri casi, non si è fatto così (NDA: riferimento a Berlusconi e ai decreti di Craxi). Dobbiamo essere ascoltati. Questa sera, al Paladozza e in duecento piazze d'Italia, accendiamo le luci affinchè ricominci Annozero".

21:11 Video: Luca Bertazzoni contestato alla manifestazione del PDl: "andate a lavorare", "fate i processi in diretta", "voi vi dovete vergognare (sic), "siamo in piazza per la libertà".

21:13 Sempre il servizio di Bertazzoni: "noi diamo amore, voi date odio, voi amore noi odio, oh è vero è il contrario", "sei una merda" (Bertazzoni: "grazie, siamo alla manifestazione dell'amore"), "la Rai usa i soldi dei cittadini e dovete essere super partes", "Travaglio vaffanculo".

21:14 "a morte Santoro", Apicella che canta sul palco, La Russa che tiene il tempo, Verdini che dice che sono un milione in piazza. Parte la sigla

21:15 Piovani suona in diretta il tema di Annozero con l'orchestra.

21:19 Applauso del pubblico, Santoro ringrazia e presenta il parterre: Sandro Ruotolo, Barbara Serra, Floris, Iacona, Stefano Bianchi, Giulia Innocenzi, Marco Travaglio, solo per citare alcuni. Arriva anche Vauro, accolto con un applauso fortissimo dal pubblico.

21:20 In ricordo di Danilo Dolci:


21: 21 Loris Mazzetti dietro il filo spinato: sospeso per dieci giorni per alcuni articoli critici sulla Rai apparsi sul Fatto. Entra anche Cornacchione.

21:22 Cornacchione: "siamo uno, due, quattro, sei milioni, le cifre me le ha date Verdini."

21:23 Cornacchione: "non credete ai sinistra da salotto che fanno il bagno nel latte d'asina biologico. Silvio non ha censurato nessuno, vuole rimansere incensurato. La libertà è un bene prezioso, che non può mancare dalle case degli italiani, insieme al materasso ortopedico e al set di pentole da cucina. Andate dai promotori della libertà, con poche rate mensili potrete comprare la libertà. Ma non nelle regioni governate dalla sinistra"

21:26 Cornacchione: "non abbiamo chiuso Annozero neanche mandando i tre Cavalieri dell'Apocalisse: Belpietro, Ghedini, Sallusti; Astinenza, Carestia, Pestilenza."

21:28 Cornacchione: "è giusto fare i processi in tv? No! I processi si fanno in tribunale! Tanto noi non ci andiamo..."

21:31 Finito l'intervento di Cornacchione, Santoro: "e ora, Marco Travaglio".

21:32 Travaglio parla delle intercettazioni di Trani. Berlusconi fa stalking con Innocenzi, celeberrima la frase di Innocenzi: "Berlusconi mi manda a fare in culo ogni tre ore".

21:34 Travaglio: "il PD pigola e i telegiornali minimizzano. Si guarda il dito (le intercettazioni) per non guardare la luna (i contenuti delle intercettazioni)."

21:36 Travaglio: "Ghedini sfida la procura - ci dica se Berlusconi è indagato -. La Procura risponde: - sì è indagato -

21:39 Finito l'intervento di Travaglio, si alzano le luci. Tocca a Floris.

21:40 Parla Giovanni Floris: "Nelle intercettazioni c'è un giudice, un pm, avvocati della difesa, ecc. Non è questo il punto. Colpisce la tristezza del quadro. Tutto scende di livello, quasi non si notano le cose dette nelle intercettazioni. Un politico passa il tempo in maniera rabbiosa e viscerale, chiede la chiusura di un programma. L'idea che qualcosa che non ti convince vada chiuso è asfittica."

21:45 Floris: "Abbiamo scoperto che ci sono gite scolastiche per ricchi e per poveri." Santoro parla con Lerner, che dice: "ringrazio la FNSI che ha organizzato la manifestazione. Io sono per l'abolizione dell'Ordine dei giornalisti, domani verificheremo cosa è successo fuori di qui." Santoro invita Natale a sedersi con gli ospiti.

21:47 Lerner: "I tg mediaset hanno riservato il 75 % degli spazi al centrodestra e al governo, alla Rai c'è stata la multa al Tg1. Si sono volute le mani bloccate all'informazione libera per lasciare strada a questi tg e a questi programmi di cui vi ho parlato."

21:48 Gad Lerner: "Ricordiamoci chi ha difeso i censurati e chi ha detto che è colpa dei censurati se sono stati bloccati. Domani e dopodomani verificheremo che antidoto c'è stato alla censura. Non facciamo i vittimisti, non siamo martiri, forse scopriremo che sono nati canali alternativi di comunicazione."

21:51 Barbara Serra interviene a Rai per una Notte: "dalla stampa anglosassone tutto quello che è successo recentemente in Italia, programmi, liste regionali, non è stato trattato adeguatamente, è come se in Italia queste cose fossero normali. Ho molto rispetto per la Rai, ma quando guardo la BBC dico che è dalla parte del popolo, mentre la Rai è dalla parte dei politici."

21:53 Santoro: "gli inglesi sono arretrati, mandate giornalisti che fanno domande, noi mandiamo direttamente la telecamera e facciamo parlare i politici."

21:54 Ruotolo fa sentire le intercettazioni di Trani. Emerge che "il Presidente del Consiglio non si perde una puntata di Annozero, e ogni volta si arrabbia."

21:56 Ancora Ruotolo: "Il Presidente del Consiglio per bloccare Annozero parla con l'arbitro"

21:59 Parte Giulia Innocenzi, che presenta le operaie dell'OMSA. "Sono qui e hanno portato il loro camice di lavoro, che non potranno più usare visto che si è deciso di spostare la produzione in Serbia." Un'operaia: "L'OMSA non è in crisi, va all'estero a guadagnare di più, e lo Stato lo permette."

22:00

22:02 Santoro: "la parte più dura della censura è la cancellazione del mondo del lavoro in difficoltà. C'è tuttavia un'altra forma di censura. Vediamo cosa dicono Elio e le Storie Tese."

22:04 EELST faranno una canzone "sul personaggio più popolare del momento: il Principe Emanuele Filiberto.


22:05 Questa è la canzone:

22:08 "W il Re!", dopo il saluto di EELST, arriva Morgan.

22:10 Intervista a Mario Monicelli: "Gli intellettuali sono stati vent'anni sotto un pagliaccio che si affacciava dal balcone. Gli italiani di allora sono come quelli di adesso: c'è un imprenditore che dice - lasciatemi lavorare -, gli italiani vogliono qualcuno che pensi per loro."

22:10 Intanto, nella zona stampa si parla della kermesse del PDL a Roma:

22:11 Monicelli: "ci vuole qualcosa che riscatti questo popolo che sono trecento anni che è schiavo di tutto. Il riscatto è doloroso, esige sacrifici."

22:12 Fuori dal Paladozza c'è tantissima gente. Santoro: "questi sono gli abbonati della Rai, grazie Bologna"

22:15 Intervista a Gillo Dorfles: "mi sembra che la vita di tutti i giorni e la società siano contraffatte. Tv e giornali mostrano la realtà diminuita e contraffatta. Ci possiamo difendere facendo continuamente confronti tra quello che avviene e quello che viene raccontato. Basterebbe pensare al Ponte sullo Stretto, che viene sventolato come una bandiera."

22:17 Santoro: "è il più grande evento nella storia del web italiano, più di centomila connessioni allo streaming di Rai per una Notte."

22:18 Tocca a Loris Mazzetti: "celebriamo un evento fuori dall'azienda, ma i lavoratori Rai manifestano ovunque. Siamo riusciti a risvegliare il torpore che andava avanti da troppo tempo dentro l'azienda."

22:20 Santoro: "Loris, non ti possiamo liberare dal filo spinato, volevamo da te un atto di contrizione. Stamattina è successa una cosa. Leggendo il Giornale di Feltri, la cosa che mi ha colpito è stata la notizia che il nostro direttore generale starebbe preparando un'inchiesta su di me negli ultimi otto anni. Siamo gli unici per cui la prescrizione in questo paese..."

22:22 Santoro: "Stranamente vedo Travaglio davanti a me, sta per arrivare...il terzo di noi...arriva Luttazzi." Applausi a scena aperta.

22:24 La rivoluzione in arrivo..

22:25 Luttazzi: "per festeggiare la fine di Berlusconi, ho fatto preparare una torta enorma, ma cinque minuti fa la spogliarellista dentro la torta ha avuto le mestruazioni. Vatti a fidare di Tarantini. E' anche quella una farcitura, ma non si può mangiare. Me lo ha detto Frisullo."

22:27 Luttazzi espone la sua famosa teoria del sesso anale per spiegare il successo di Berlusconi.

22:33 Editto bulgaro al contrario: "l'uso che Minzolini, come si chiama quell'altro...Masi, ma l'altro...Berlusconi hanno fatto della tv pubblica pagata coi soldi di tutti è criminoso...erano otto anni che aspettavo di dirlo!"

22:38 Finisce Luttazzi, parte Norma Rangeri: " Se chiudono trasmissioni importanti e popolari sull'informazione se ne accorgono tutti. Ringrazio Michele per aver invitato il Manifesto. Il governo sta facendo una grave e profonda censura: il governo, non il Parlamento, sta decidendo a chi dare i contributi per l'editoria. Ovviamente non toglie finanziamenti a giornali figli di false cooperative e a giornali che non arrivano neanche nelle edicole. La tv è la grande bomba di Berlusconi, così come l'ignoranza che ha diffuso in Italia. Sono andata alla manifestazione del PDL, e vedevo facce note. Dove li avevo visti? Da Maria de Filippi, a Domenica Cinque."

22:42 Rangeri: "Dobbiamo trovare il modo di difendere questa Rai, è l'unico modo per ricostruire un alfabeto comune ed impedire che si propaghi questa bruttissima atmosfera."

22:44 Ruotolo parla delle intercettazioni in cui è coinvolto un membro del CSM, Cosimo Ferri

22:46

22:49 Si passa alle intercettazioni con Masi e Innocenzi.

22:52 Parla Morgan: "C'è qualcuno che vuole affossare la Rai. L'italia non è un paese di merda, è il paese più bello del mondo. Questi qua non sono nessuno. Sono stato appena operato, non posso gridare..."

22:55 "L'italia è un paese fantastico in cui ci sono uomini che hanno affossato la cultura." Santoro chiama in scena Antonello Venditti. Farà un duetto con Morgan.

22:56 Venditti: "Sono venuto per fare da spalla a Morgan, mi aspetta l'ignoto."

22:58 Venditti canta Alta Marea. Al piano Morgan:

23:04 Santoro fa sentire un messaggio di Milena Gabbanelli: "Vi ringrazio dalla mia posizione di privilegio, andiamo in onda trattando argomenti politici. Io mi sono sempre tenuta un pò in disparte da queste situazioni che portano in piazza nostri problemi. Domenica si va a votare. Voi avete un'idea su quale sia il programma dei vari candidati? Non si è fornita ai cittadini la possibilità di formarsi una libera opinione. Purtroppo i cittadini l'opinione ce l'hanno già, e non vogliono niente che li faccia cambiare idea."

23:06 Santoro: "devo chiedervi, se volete gustarvi questa chicca, di restare in silenzio, dovete gustarvi tutte le sfumature di questo regalo, che ci ha fatto Roberto Benigni."

23:07 Ecco un'anticipazione del video di Benigni, che ha qualche difficoltà a partire. Si torna a Travaglio.

23:08 Travaglio parla dei problemi di Alfredo Milioni a Roma.

23:13 Intanto Vauro mostra le sue vignette a Morgan e ad un giornalista di Annozero...

23:16 Santoro: "Vi prego di non commentare. Sandro Bondi dice che stiamo facendo pena, ma il problema non siamo noi che facciamo pena, ma quelli che comunque vogliono vederci. I dati sono clamorosi: ci sono 120.000 accessi streaming. Repubblica.it ha raggiunto il massimo della sua capienza con 60.000 accessi unici. Questo vorrei chiedere al PDL: se c'è una domanda, se la gente vuole ascoltare Marco Travaglio, lo deve poter fare, non c'è nulla da fare!"

23:18 Floris: "Non dobbiamo dividere le squadre sull'idea di squadra che si è fatta la bassa politica. Ascoltavo Monicelli che diceva che l'alternativa è la rivoluzione, quello è un rischio, dobbiamo fermarci prima." Santoro: "Capisco quello che vuoi dire, ma possiamo dire che aver usato la parola rivoluzione è un fatto liberatorio?"

23:20 Santoro: "Monicelli vuole un cambiamento radicale, anche nelle coscienze, non la presa del Palazzo d'Inverno." Floris: "Parlavamo della Rai e ho ascoltato uno scoop di una giornalista Rai sul caso Claps. Serve uno sforzo delle singole persone che hanno in mano i singoli ruoli. Se una persona può chiudere una trasmissione con una telefonata, è grave, sia che le regole lo consentano sia che non lo consentano. C'è una strada facile per uscire da questa situazione. Facciamo le squadre del Bene e del Male e ci picchiamo, oppure..." Interviene una persona del pubblico che dice "sono quarant'anni che cerchiamo la strada complessa!"

23:22 Parla Riccardo Iacona: "Sono tanti anni che abbiamo visto questo processo di riduzione del raccontabile. Mi spaventa. Si parla di cambiamento radicale, quella frase mi ha colpito nel cuore, è vero, bisogna dare sostanza e forza e densità alla democrazia di questo paese."

23:24 Merkel, Brown, Sarkozy si sarebbero comportati diversamente, dice Iacona. "Questa è una nuova battaglia, non è quella di quarant'anni fa, l'autoritarismo si presenta sotto forme nuove."

23:27 Morgan sta facendo un intervento contestato. Santoro lo invita a chiudere. Morgan nicchia. "Il mio pensiero è coraggio, spirito critico, è riempire il vuoto culturale."

23:28 Ruotolo torna alle intercettazioni per bloccare la puntata di Annozero sul caso Mills.

23:34 "Una lezione di diritto al telefono" fatta da Mario Masi per chiudere Annozero: l'intercettazione dello Zimbabwe.

23:36 Lerner: "Ci stiamo divertendo perchè è una storia che avviene dentro la tv e coinvolge personaggi tv. Un abuso di potere plateale perpetrato contro persone in grado di difendersi. Ti propongo una sfida, Michele: la censura ha generato un antidoto insufficiente ma formidabile. Il diavolo ha fatto la pentola ma non i coperchi."

23:38 Lerner: "Quando raccontiamo la vita della gente che sta sempre peggio, facciamo sempre meno ascolti. E Francesca della OMSA la ascoltiamo senza neanche chiederle il cognome, ma è un inserto dentro una grande storia. Il nostro problema è riuscire a sviluppare l'antidoto nella narrazione di eventi delicati. La gente si vergogna di dire in famiglia che perde il lavoro, figuriamoci in tv."

23:39 Parla Anna Tommasi della Renopress, intervistata da Giulia Innocenzi. "Io metterei certe persone a vivere con 700 euro al mese..."

23:41 Riparte il video di Ruotolo e Benigni.

23:45 Bondi e Annozero


23:48 La fine dell'intervento di Benigni accolto con un pesante applauso da parte di tutto il PalaDozza. La Innocenzi parla con una ricercatrice precaria dell'ISPRA ,che per cinquantanove giorni hanno lottato "per difendere la ricerca pubblica. Berlusconi parla di risolvere il problema del cancro in tre anni e manda a casa i ricercatori precari."

23:51 La ricercatrice termina con "buona rivoluzione e buona lotta, alla Monicelli."

23:52 Il Trio Medusa interviene a Rai per una Notte. Editoriali del Tg1 farlocchi e sinceri fatti per la strada.

23:55 Santoro: "Diamo l'ultima parola ad Emilio Fede". Fede: "Le rimostranze più che legittime di Berlusconi..." "Hanno chiuso per caso Annozero? Lui si lamenta per quello che viene detto ad Annozero, ma legittimamente, non voglio dare pagelle. In questo momento chi parla di censura dice una cosa ipocrita."

23:58 Fede: "Berlusconi si rammaricava sempre, cosa volete, non ho mica capito! Non mancano pochi giorni alla ripresa di Annozero?" Il giornalista cita l'editto bulgaro. Fede dice che il vero editto bulgaro ci fu quando una troupe del Tg4, Premier Prodi, fermò Prodi e questi si rifiutò di concedere un'intervista quando scoprì che la troupe era del Tg4.

23:59 Fede: "Berlusconi non ha chiesto la chiusura di Annozero."

00:01 Entra Teresia De Sio: "Rivolgiamoci al Padreterno per la libertà, hai visto mai..."

00:05 Il saluto del nostro vignettista:

00:09 Finisce Teresa De Sio, arriva Vauro! Siamo quasi alla fine...

00:10 E invece no, intervento di Crozza. Imita Brunetta.

00:13 Tocca davvero a Vauro. Arrivano le vignette di Rai per una Notte.

00:20: Rai per una Notte termina qui. Grazie a tutti per averci seguito. In conclusione il giuramento. Santoro, i giornalisti di Annozero e tutto il pubbllico con la mano sul cuore -Giuriamo che ora e sempre la faremo fuori dal vaso!

  • shares
  • Mail
200 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO