Idv nella bufera: spunta una foto di Di Pietro con presunto boss della 'ndrangheta e in Liguria mafioso fa propaganda per candidata Idv


Sono giorni di scoop giornalistici su Antonio Di Pietro; dopo la foto proposta da Panorama che lo vede ritratto con due mafiosi bulgari (di cui uno freddato poco dopo da un cecchino) e un ex terrorista (accusato anche di aver ucciso dei bambini) spuntano due nuovi imbarazzanti casi legati alla criminalità organizzata.

Libero propone in prima pagina una foto del 2005 che vede Di Pietro insieme a un presunto boss (Vincenzo Rispoli) della 'ndrangheta in Lombardia (nella zona di Legnano), rinviato a giudizio perchè considerato a capo di una cosca criminale e un muratore ucciso pochi mesi dopo, forse per un regolamento di conti. Rispoli nella foto appoggia un braccio sulle spalle di Di Pietro, dimostrando una certa familiarità.

L'Espresso segnala invece un caso inquietante in Liguria: la candidata per le regionali dell'Idv Damonte viene fotografata durante una cena elettorale accanto a un noto pregiudicato calabrese condannato per droga, collegato con la 'ndrangheta e considerato ben inserito negli ambienti malavitosi liguri, poi ripreso a passare tra i vari tavoli mentre distribuiva il facsimile della scheda elettorale con l’indicazione di voto per l’Idv e la Damonte.

Insomma episodi piuttosto imbarazzanti che stanno provocando malumori della base che chiede a gran voce spiegazioni e prese di posizione chiare su questi rapporti. Di Pietro, dopo aver parlato di complotto berlusconiano per lo scoop di Panorama, non risponde ancora agli altri colpi giornalistici. Di sicuro la sua immagine (e del partito) da gran moralizzatore e campione della legalità della politica ne rimane danneggiata, ancor di più di quando, creando scompiglio, ha concesso l'appoggio al plurinquisito per corruzione e truffa Vincenzo De Luca in Campania.

  • shares
  • Mail
117 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO