Elezioni regionali 2010, Campania: i dati del Viminale, i vincitori, i vinti, le prospettive


Dopo il voto, come sempre, viene il tempo dei bilanci e dei regolamenti dei conti all'interno di partiti e coalizioni. Soprattutto in quelle regioni chiave, come la Campania, che hanno assunto un significato particolare per tutte le vicende legate alla crisi dei rifiuti e al mercato dei voti. Inoltre qui peserà anche la scelta della Federazione della sinistra di andare da sola, con un risultato non lusinghiero.. Vediamo quali sono i dati delle liste e dei partiti, quanti rappresentanti avranno e quali percentuali hanno portato a casa nel weekend elettorale appena trascorso.

In Campania ha votato il 62,96 % degli aventi diritto, cioè poco più di 3 milioni di persone su quasi 5 milioni che avrebbero potuto farlo. Il 5,8 % delle schede deposte nelle urne sono risultate bianche o nulle. Stefano Caldoro (Pdl) è stato eletto presidente della Regione con il 54,25% dei voti mentre Vincenzo de Luca (Pd) si è fermato al 43,04 %.Paolo Ferrero (Prc + Pdci) prende l'1,35% e Roberto Fico (Movimento 5 stelle) l'1,34%.

Per quanto riguarda le liste e la composizione del nuovo Consiglio regionale: al centrodestra vanno 38 seggi (al Pdl 21 seggi, all'Udc 6, al Mpa 4, a Noi Sud e all'Udeur 2, all'Alleanza di Centro, all'Alleanza di Popolo e a La Destra 1) mentre 21 vanno alle opposizioni (al Pd 14, all'Idv 4, a Sinistra Ecologia e Libertà 2, a Campania Libera 1). Nessun seggio per Rifondazione e il Movimento 5 Stelle.


Guardando le percentuali troviamo: Pdl 31,6%, Udc 9,4%, Mpa e altri 5,79%, Noi Sud 3,58%, Udeur 3,35%, Alleanza di centro – Dc 2,34%, Alleanza di popolo 1,43%, La destra 1%. Pd 21,42%, Idv 6,46%, Sel 3,52%, Api 3,04%, Campania libera 2,51%, Verdi 1,07%, Radicali 0,44%.

Aggiornamento: Incredibile ma vero, i dati non sono definitivi. Secondo l'Ansa a Napoli ci sono ancora 300 seggi che non hanno finito di scrutinare i voti...

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO