Repubblica Ceca: le dimissioni di Topolanek dall'ODS

jeremy druker polisblog czech rep

Jeremy Druker, di Tol.org, continua a raccontarci l'Europa Centrale: stavolta, si parla di Repubblica Ceca e di una vecchia conoscenza del nostro attuale Presidente del Consiglio - ricordate le foto a Villa Certosa? - ovvero, l'ex premier ceco, Mirek Topolanek. Buona lettura.

Dalla Repubblica Ceca arrivano grosse novità: negli ultimi giorni Mirek Topolanek, numero uno del partito Civico Democratico ODS - uno dei due "poli" di governo dell'ex Cecoslovacchia - ha ufficialmente rinunciato a guidare il suo schieramento. Le dimissioni da presidente dell'ODS, arrivano dopo alcune dichiarazioni "informali", su ebrei e omosessuali rilasciate a un magazine gay.

Cosa diceva di tanto grave? Commenti razzisti: in sintesi Topolanek spiegava che il Primo Ministro Jan Fischer, ebreo, e il ministro dei Trasporti Gustav Slamecka - omosessuale - non erano ministri "forti", a causa del loro orientamento religioso o sessuale. Topolanek, non ha certo una reputazione da razzista, non lo è: il problema, è che spesso si lascia andare con i giornalisti come se si trovasse al pub.

Già in passato, si era fatto riconoscere quando aveva definito il piano di sostegno all'economia di Obama "una strada per l'inferno" ("A way to hell") durante un incontro ufficiale all'Europarlamento, nel semestre di presidenza della Repubblica Ceca. In seguito, spiegò che gli era rimasto in testa un verso di una canzone degli AC/DC, dopo un concerto a Praga. La canzone, forse avrete intuito, era "Highway to hell".

Anche recentemente, Topolanek non ha afferrato che le sue parole potrebbero risultare offensive persino agli abitanti della Repubblica Ceca, spiegando che i tipici cechi, "Sono fondamentalmente intolleranti, anche se non vorrebbero esserlo... il ceco medio, per i socialdemocratici, è un razzista che mangia salsicce, knedlíky, e crauti, e che vorrebbe arrestare gli omosessuali".

Probabilmente non erano i commenti migliori da fare poche settimane prima del congresso dell'ODS: e infatti settimana scorsa sono arrivate le dimissioni. Malgrado la sua volgarità, la sua impulsività, la sua aggressività nei confronti dei media e degli oppositori politici, le dimissioni di Topolanek dall'ODS, lasciano un vuoto difficile da colmare.

Come ha scritto la Mlada fronta DNES (un quotidiano ceco, ndt) Topolanek è stato il primo ministro finché il governo non è caduto - circa un anno fa - ma non ha lavorato male: dalla riforma del fisco, al welfare state, alla riforma della burocrazia statale, si è mosso decorosamente. Il suo governo ha anche gestito la crisi globale relativamente bene, resistendo a soluzioni populiste.

E al contrario di Paroubek (leader del partito socialdemocratico) che sembra muoversi solo in base ai sondaggi, Topolanek ha osato anche prendere decisioni impopolari, come mettersi contro gli Usa, che desideravano costruire una base radar sul suolo ceco.

Altra mossa impopolare di Topolanek, la riforma della sanità: da un sistema pubblico e gratuito, ma non di eccellenza - i Cechi andavano dal dottore due volte più spesso degli altri cittadini dell'Europa Centrale - a un sistema più al passo coi tempi, che permettesse al sistema sanitario di guadagnare qualcosa, e non essere una voragine aperta per il bilancio pubblico.

Una mossa che l'ODS ha pagato cara alle elezioni regionali del 2008, ma che ha "pagato" dal punto di vista dei bilanci: meno persone vanno dal medico per niente, e il livello complessivo della sanità e migliorato.

Tornando al presente, la situazione in Repubblica Ceca è ancora particolare: le divisioni tra Topolanek e il leader socialdemocratico Paroubek sono ancora insanabili. Raramente Topolanek ha cercato consenso al di fuori del suo partito, e la cooperazione tra i due massimi partiti cechi è prossima allo zero.

Nemmeno in occasione del semestre di presidenza Ceca della UE, nel gennaio 2009 i due hanno trovato un accordo unitario: ora, dopo le dimissioni dall'ODS di Topolanek, è facile attendersi una futura vittoria dei social democratici di Paroubek.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO