Dare voce alle 5 Stelle è un'urgenza democratica. Basta con l'ostracismo a Beppe Grillo



A margine delle analisi del voto alle Liste 5 Stelle presenti nelle ultime elezioni regionali, vogliamo qui aprire il sipario su un annoso problema di cui soffre la nostra politica. Come in tutti gli altri settori del Belpaese esiste infatti una lobby che, traghettata dalla Prima, è entrata nella Seconda Repubblica di slancio e controlla i media e il cosiddetto "salotto buono".

Non stiamo parlando solo di Berlusconi e del ben noto problema del conflitto di interessi, ma anche delle lobby di sinistra guidate dal gruppo Repubblica/Espresso e dal grande vecchio Eugenio Scalfari. Tutti grandi nemici finché non si tratta di amministrare interessi comuni, che in questo caso sono rappresentati dalla conventio ad excludendum che colpisce i grillini e il loro movimento. Ultimo caso, la rabbia più che giustificata di Beppe Grillo di fronte all'editoriale di Scalfari che analizzando il voto omette completamente il dato delle sue liste.

Ma non è una novità. Storicamente l'arco costituzionale è nel dna della nazione; basti ricordare il vecchio Movimento Sociale e in tempi più recenti la prima Lega anni 80, bollata come razzista, fascista e sostanzialmente inutile. Dunque inesistente. La politica italiana non ha mai saputo vedere al di là del proprio naso (e dei propri interessi) come dimostrato benissimo da Bettino Craxi che fino all'ultimo non seppe capire e arrendersi di fronte all'ondata di Tangentopoli . Semplicemente non si capacitava di un possibile capovolgimento dall'esterno dello status quo, e si accorse di ciò che stava accadendo solo una volta imbarcato sul volo verso Hammamet.

Invece il bello di vivere in una democrazia è veder fiorire continuamente nuove idee dalla base, anche e soprattutto quando non si è d'accordo con esse. Chi vi scrive per esempio non vanta certo molte idee in comune con le 5 Stelle, ma cosa conta? Ciò che conta è quando il popolo sovrano si esprime e crea un movimento, a quel movimento bisogna dare peso e voce.

E allora basta con l'ostracismo. Le 5 Stelle sono una realtà. Ascoltiamola.

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO