Il sabato del villaggio


Ma che brutto “luna park” è ridotto il Belpaese!

Con il Premier che scarica le colpe e dispensa ottimismo negando la crisi (intanto acquista per sé nuove … regge), con il ministro Tremonti che gioca al videogame e fa l’altalena con i numeri, con la Confindustria allarmata per un futuro “nero”, con gli italiani in cerca dell’ultimo euro.

Perché Berlusconi non è andato al meeting di Parma degli industriali a cogliere il pieno di ovazioni? Perché il Premier è in un “altro” Paese. Le promesse riforme restano promesse. Il Governo del fare nessuno sa dov’è.

Qui, in questa Italia, il dato vero è uno solo: l’economia è bloccata, il pil è fermo, la cassa integrazione ha … sfondato, i disoccupati toccano l’11,5%! Roba da far tremare le vene. Il futuro fa paura, il treno della modernità passa da un’altra parte.

La Confindustria chiede il cambio di passo, i sindacati chiedono il cambio di passo, gli italiani non hanno più la forza di chiedere niente.

Il Pil pro capite da qui al 2014 si attesterà sotto la media Ue di almeno 10 punti! A quest’Italia toccherà presto la “maglia nera”. L’ultima speranza è che al prossimo meeting di Arcore, la “linea” la dia Bossi. Jr.

  • shares
  • Mail
147 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO