Caso Emergency in Afghanistan: smentito il Times, esplode la protesta in rete e su Facebook

io sto con emergency

Come ci hanno riportato Luca e Giovanni questa mattina, la bomba "Emergency" scoppiata nelle ultime 24 ore è stata circondata da quell'alone di voci non confermate che tanto sanno di operazione atta a screditare l'organizzazione umanitaria presente in alcune delle zone più delicate del globo, tra cui l'Afghanistan.

La questione surreale, ovvero se alcuni membri di Emergency abbiano preparato o collaborato a preparare attentati contro le autorità afgane, ha coinvolto politica e società civile: le reazioni politiche, Frattini La Russa e Gasparri in primis, si sono mosse avallando l'ipotesi colpevolezza, con grande sbigottimento delle famiglie dei tre prigionieri (ma non erano super garantisti?).

Una dei primi segnali forti della società civile riguardano la sottoscrizione dell'appello IO STO CON EMERGENCY, che ha fatto andare letteralmente in tilt il sito dell'organizzazione per le decine di migliaia di contatti, e naturalmente Facebook, dove la pagina a favore di Emergency ha visto un boom di adesioni, più di 12.000 in poche ore, ed è destinata a crescere vertiginosamente nei prossimi giorni.

Frattini, dopo le prime dichiarazioni letteralmente "vergognose",


Prego veramente da italiano che non ci sia nessun italiano che abbia direttamente o indirettamente compiuto atti di questo genere. Lo prego davvero di tutto cuore, perché sarebbe una vergogna per l’Italia

ha fatto retromarcia, saputo che stranamente le voci di corridoio che davano i tre italiani come rei confessi erano false. Abbaglio preso anche dal Times. La situazione è tutta da chiarire, difficile prevedere le prossime tappe.

Una mano però l'ha data sicuramente Gino Strada ieri sera da Fazio (qui l'intervista), dove con la massima chiarezza e sicurezza ha escluso qualsiasi coinvolgimento ed è passato all'attacco, dichiarando che dietro questa operazione ci sarebbe la volontà di estromettere un prezioso testimone come Emergency da un teatro di guerra, uno scenario caldissimo, infuocato.

Ci sarà tempo per valutazioni politiche e per capire perché la Nato ci tenga così tanto a mandare via Emergency, adesso è il momento di preoccuparsi per le tre persone arrestate, o meglio sequestrate. Il governo farà qualcosa oppure darà l'ennesima prova di fare distinzione tra cittadini di serie A e cittadini di serie B?

  • shares
  • Mail
59 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO