Mondadori: Marina Berlusconi risponde a Roberto Saviano



Il confronto, a distanza, tra il Presidente del Consiglio e Roberto Saviano si allarga fino a coinvolgere Marina Berlusconi che come Presidente della Mondadori si trova tra l’incudine e il martello. Da una parte ha il padre che non è solito controllarsi. Dall’altra l’autore con la quale la casa editrice che amministra si è arricchita.

Essere altezza alla situazione non è facile tanto più se schierarsi da una parte potrebbe significare perdere Roberto Saviano, che pubblicamente si è chiesto se sia ancora giusto continuare a pubblicare con la casa editrice del Presidente del Consiglio.

Rispondendo, attraverso Repubblica, allo scrittore Marina Berlusconi ha dichiarato:

“Sono anche presidente del gruppo Mondadori, che Saviano tira ampiamente in ballo. E lo fa in un modo su cui non posso tacere. Che cosa è cambiato? Silvio Berlusconi non può permettersi di criticare un'opera edita dalla Mondadori, la quale naturalmente continua ad avere la più totale e piena libertà di fare le scelte editoriali che ritiene più opportune?

Questo non è forse un bell'esempio di dialettica democratica? Mi pare che Saviano non riesca a distinguere tra una libera e legittima critica e una censura. Ma in questo modo è lui stesso ad applicare una censura, non riconoscendo al presidente del Consiglio il diritto di criticare.”

In attesa di capire come si chiuderà la vicenda vale la pena prendere in considerazione un’ipotesi. Quanto è accaduto potrebbe rivelarsi un bluff. Roberto Saviano continuerebbe, dopo aver stipulato un accordo economico più interessante, a pubblicare per Mondadori malgrado quanto successo nei giorni scorsi.

Così facendo si adeguerebbe al livello medio dei contestatori di Silvio Berlusconi che alle parole rare volte fanno seguire i fatti. A differenza delle altre persone che vorrebbero denunciare la mafia, Roberto Saviano oggi potrebbe scrivere della mafia in totale autonomia. Con o senza la Mondadori.

Rimanere legato alla casa editrice da cui vorrebbe allontanarsi ridimensiona di fatto il suo ruolo. Da messia potrebbe essere ridotto a mercenario. Uno dei tanti.

Foto | current.com

  • shares
  • Mail
21 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO