Lega Nord: un mese dopo le elezioni regionali del 2010



Per ricordare, in silenzio, alla Lega Nord il proprio potere a Silvio Berlusconi non è servito neanche un mese. L’euforia post elettorale di Umberto Bossi, che già si vedeva al posto attualmente occupato da Letizia Moratti, sono rimaste solo le prime pagine.

Luca Zaia, attuale Governatore del Veneto, ha dovuto metter mano alla giunta che in tempi record aveva formato. Del nuovo progetto politico dell’ex Ministro dell’Agricoltura faranno parte anche gli uomini del Pdl che erano stati esclusi durante la prima elaborazione dell’amministrazione locale.

A livello nazionale la Lega Nord potrebbe vedersi scippare per l’ennesima volta la gestione di un canale pubblico della RAI. Gli argomenti utilizzati da Umberto Bossi e compagni affinché Rai5 diventi il canale dell’Expo non hanno ancora convinto chi di dovere. E dire che la Lega Nord ha, nel frattempo, perso il controllo di RaiDue gestita fino allo scorso anno da Antonio Marano.

Last but not least, il lombardo Roberto Formigoni ha già cambiato idea. Nessuno degli assessori leghisti che faranno parte del suo gruppo di lavoro potranno metter mano sull’Expo di cui lui terrà la delega.

Non ci si chieda poi perché in tutti questi anni la Lega Nord non è riuscita a concretizzare il federalismo. Cedendo alle lusinghe della tanto critica Roma ladrona qua e là si è lasciata sfuggire delle ottime occasione per governare. Malgrado il benestare dell’elettorato.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO