Un decreto legge per condonare le case abusive in Campania: per fortuna che Silvio c'è!


La notizia, piccola piccola, non merita certo il risalto ottenuto su tutti i media dalle diatribe tra Gianfranco e Silvio. Il governo Berlusconi, quello del Fare, starebbe preparando un decreto legge da emanare in settimana per fermare gli abbattimenti delle case abusive in Campania. Almeno di quelle costruite fino al 2003. Subito dopo il decreto il presidente Caldoro, in un perfetto lavoro di squadra, dovrebbe procedere con una legge che riapra i termini del condono edilizio.

Tutti i piagnistei sul territorio martoriato dall'abusivismo lasciano quindi spazio alle cambiali in bianco firmate per ottenere il consenso elettorale. Il famoso rispetto delle leggi e delle regole di cui questo governo si fa paladino ancora una volta si dimostra valido solo per extracomunitari e poveracci senza tessera elettorale: quando ci sono di mezzo onorevoli colleghi, collegi elettorali e illegalità tricolori un condono non si nega a nessuno. A sollecitare l'operato del governo, che potrebbe fermare le demolizioni già in settimana, è in particolare Carlo Sarro, senatore del Pdl, il quale in precedenza aveva tentato di inserire un emendamento ad hoc nel decreto milleproroghe, testo poi non ammesso dalla Commissione affari Costituzionali.

La prossima volta che una frana di fango, un'alluvione, una frana o una mareggiata farà strage di cittadini campani, non chiediamoci come è potuto succedere. Chiediamolo a Sarro e Caldoro.

Leggi l'articolo sul Napoli.

  • shares
  • Mail
19 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO