Ore 12 - Bersani s' "acquatta" lungo il fiume ...

altroContrordine, compagni! Pierluigi Bersani sì è accorto, con il ritardo di sempre, che il governo non durerà altri tre anni.

E’ l’”effetto Fini”, l’onda lunga dello scontro della direzione del Pdl che sbatte sul Partito democratico assonnato, risvegliando interessi e appetiti.

Dopo la “botta” delle Regionali, il vertice del Pidì appariva come l’alfiere più convinto della solidità della maggioranza che sostiene il governo Berlusconi. Ci ha poi pensato Gianfranco Fini a togliere il coperchio e a rigirare il mestolo nel pentolone del partito del "predellino".

Da quel momento, al di là dei minuetti, niente è più sicuro. E tutto è possibile. Compresa la caduta del governo in tempi brevi.

Ovvio che il presidente della Camera metta le mani avanti, per tirare il fiato dopo il pietrone lanciato contro il premier, e dica: “irresponsabile parlare di elezioni anticipate”.

Ma le riforme annunciate resteranno tali, cioè nel cassetto. Compreso il federalismo, su cui Bossi si gioca tutto.

E lì, solo la spada potrà recidere un inestricabile nodo politico. E lì (o/e sulla giustizia) la conta diventerà la .. resa dei conti. E buonanotte ai suonatori.

Bersani, intanto, sta cercando un posto vicino al fiume, in attesa del … “cadavere” del “nemico”. Il Pd, si sa, meno si muove, meno danni fa. Forse.

  • shares
  • Mail
51 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO