"Il nucleare in Italia entro 3 anni": ma nessuna Regione, a parte la Siberia, lo vuole


I lavori per la prima centrale nucleare in Italia inizieranno entro tre anni, sicuramente prima della fine della legislatura in corso. Con questa rassicurante comunicazione il presidente del Consiglio ha comunicato ieri i risultati dell'ennesimo incontro con Vladimir Putin, un tempo un graduato del Kgb sovietico ed oggi compagno di bisbocce, gite in idrovolante e importante partner economico.

Quindi l'Italia, finalmente!, avrà il nucleare. Il simpatico siparietto energetico tra Silvio e Vladimir ha però lasciato in ombra alcuni dettagli dell'operazione che un articolone di Sergio Rizzo sul Corriere di oggi riporta nella giusta luce. Intanto a forza di girare l'Italia facendo propaganda elettorale, il capo del Pdl si è lasciato andare a qualche rassicurazione di troppo, motivo per cui Puglia e Sardegna sono già escluse dalle aree dove edificare le nuove centrali. I presidente Polverini e Formigoni hanno già detto che non se ne parla nemmeno. Il presidente Caldoro, in Campania, aveva aperto le porte all'atomo per poi ritornare sui suoi passi a causa del rischio sismico, accompagnato in questa scelta dal presidente della Calabria.

Togliete poi tutte le regioni governate (ancora) dal Partito democratico e vedrete che la mappa delle possibili dislocazione delle mitiche centrali pulite, quelle di terza (o anche tersa) generazione, quelle che daranno luce ed energia al glorioso avvenire del popolo italiano della libertà, si riduce drasticamente. Mentre invece sale, e pure parecchio, il costo dell'operazione: 30 miliardi di euro in 10 - 15 anni. Tutto questo nelle mani di un Governo che non è riuscito neppure a mettere in moto 3 inceneritori in Campania (mentre condona le case abusive) e che si trova con strade ed edifici a rischio a causa del calcestruzzo alleggerito e delle opere mal realizzate.

E voi, comprereste una centrale nucleare da quest'uomo?

  • shares
  • Mail
98 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO