Bocchino si è dimesso. Fine di una telenovela Italo-italica

Pochi minuti fa Italo Bocchino si è dimesso. Da parlamentare direte voi? Seeee, come no. Da "vicecapogruppo vicario del partito", qualunque cosa questa pomposa serie di vocaboli voglia significare.

In realtà il più finiano dei finiani dopo aver promesso a più riprese le dimissioni (senza mai presentarle) all'ultimo momento aveva cercato per l'ennesima volta di ritirarle, ma un seccato e poco amichevole Fabrizio Cicchitto lo ha preso in contropiede con la seguente dichiarazione:

«Caro Italo, alla tua lettera di dimissioni fa oggi seguito una tua nuova lettera (preceduta eseguita da pubbliche dichiarazioni non proprio distensive) con cui pretendi semplicisticamente e con motivazioni astruse e non condivisibili di ritirare le tue dimissioni, apparse su tutti i giornali e televisioni con voluto effetto mediatico»

Al che - annunciano ambienti interni al Pdl - Bocchino avrebbe cessato il tira e molla presentando finalmente dimissioni irrevocabili e annullando così di fatto la riunione di partito che ne doveva discutere.

Archiviata questa eterna faccenduola, vediamo se finalmente il Governo può tornare a occuparsi di cose serie, come l'attuazione del programma, magari.

  • shares
  • Mail
19 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO