Flash: Scajola si è dimesso, ma non da indagato

A voi i commenti... segue qualche reazione calda d'agenzia (ANSA e ADNKronos):

«Rispetto e solidarietà al Ministro Claudia Scajola per la scelta di dimettersi». La esprime Isabella Bertolini della direzione nazionale del Pdl.

«Le notizie secondo le quali sarei interessato a succedere all'amico Claudio Scajola sono da ritenersi assolutamente infondate e mi pongono, tra l'altro, in uno stato d'animo in cui avverto un insopportabile senso di sgradevolezza». Così, in una nota, il ministro delle Politiche agricole, Giancarlo Galan, sulle voci che lo individuano come candidato a sostituire il responsabile del ministero dello Sviluppo economico.

«Ho avuto in questi giorni attestati di stima dal presidente del Consiglio Berlusconi al quale sono legato da un affetto profondo, da lui ricambiato». Lo sottolinea Claudio Scajola in una conferenza stampa al suo dicastero per annunciare le sue dimissionni da ministro dello Sviluppo economico dopo le polemiche legate all'inchiesta giudiziaria sugli appalti del G8. «Ho avuto attestati di stima -dice- da tutti i colleghi di governo, dall'intera maggioranza, da tutto il Pdl, ma voglio riconoscere anche un atteggiamento responsabile e istituzionale da parte delle stesse opposizioni».

«Le notizie secondo le quali sarei interessato a succedere all'amico Claudio Scajola sono da ritenersi assolutamente infondate e mi pongono, tra l'altro, in uno stato d'animo in cui avverto un insopportabile senso di sgradevolezza». Lo afferma il ministro delle politiche agricole Giancarlo Galan.

Claudio Scajola «si presenterà come persona informata dei fatti e come tale lo sentiremo»: a dirlo, parlando con l'ANSA, è Federico Centrone il procuratore della Repubblica di Perugia facente funzioni. Il magistrato ha quindi confermato che il ministro dimissionario non è indagato.

  • shares
  • Mail
28 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO