Boston: Joe Biden parla di "attentato"

Il Vicepresidente degli Stati Uniti si fa scappare il termine "bombing" anche se le autorità evitano ancora di parlare esplicitamente di attentato.

Joe Biden

Joe Biden era impegnato ufficialmente in una "conference call" per parlare della legge per combattere la violenza da arma da fuoco, quando è stato informato dell'attentato a Boston: le autorità, prudenzialmente, non parlano ancora di attentato, ma utilizzano termini che girano intorno alla questione.

Si parla delle bombe, delle esplosioni, dei feriti e delle vittime.

Biden, però, si è lasciato scappare il termine "bombing".

«As I'm speaking here, they just turned on the television in my office and apparently there has been a bombing– I don't know any of the details of what caused it, who did it–I don't think it exists yet but our prayers are with those people in Boston who have suffered injuries. I don't know how many of them there are. I'm looking at it on television now».

Ovvero:

Mentre parlo, hanno acceso la mia televisione nell'ufficio e, apparentemene, c'è stato un attentato. Non conosco alcun dettaglio né cosa l'abbia causato, chi l'abbia causato... Non penso che si sappia ancora, ma le nostre preghiere sono per quelle persone a Boston che sono state ferite. Non so quante siano. Sto guardando la televisione proprio adesso.

Anche Barack Obama sta seguendo la situazione.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO