Renzo Bossi querela un blogger per un pezzo di satira


Renzo Bossi, figlio di Umberto, è stato più volte protagonista della cronaca politica: prima per la sua carriera scolastica, poi per la notizia (rilanciata da varie fonti, ma smentita dalla Lega) di una sua nomina in un organismo legato a Expo 2015. E ancora per alcuni discussi videogiochi sulla pagina Facebook del Carroccio e per le sue dichiarazioni sui prossimi mondiali di calcio.

Last but not least, si è parlato del figlio del Senatùr in occasione della sua recente elezione all'assemblea regionale lombarda con un boom di preferenze nel bresciano. Il ragazzo farà carriera: anzi, la sta già facendo.

Ulteriore episodio di questa ascesa verso la notorietà la notizia rilanciata ieri da varie fonti: il figlio del leader leghista ha querelato blogger Michel Abbatangelo per aver pubblicato sulla sua pagina web il parodistico “Diario segreto di Renzo Bossi”.

Il blogger italo-francese ha reagito con un lungo post, in cui ha pubblicato le scannerizzazioni della denuncia ricevuta. Ve ne riporto un estratto nel seguito:

in più momenti esecutivi del medesimo disegno criminoso, comunicando con più persone attraverso la rete internet (...) offendeva la reputazione di BOSSI Renzo (...) addebitandogli (...): (...) affermazioni che, in modo evidentemente ironico e con valenza diffamatoria, riferiscono di un piano, ordito da BOSSI Renzo e dai Deputati BORGHEZIO Mario e SALVINI Mario (sic), quest'ultimo Parlamentare Europeo, di invasione dell'isola di Malta, a seguito dell'arrivo sulle coste italiane di un barcone di "terroristi" con a bordo salvagenti maltesi, aggiungendo che "Questi bastardi arrivano a scortare nelle nostre acque territoriali gommoni di terroristi arabi e sicuramente fanno parte di un piano perfidamente organizzato dai Comunisti e da La Repubblica" (...)

La notizia della querela è stata ripresa da vari blog tra cui "L'anticomunitarista" di Daniele Sensi e "Piovono Rane" di Alessandro Giglioli, il quale ha commentato la vicenda così:

Pubblico qui sotto integralmente – a puro titolo di coassunzione di responsabilità - il “Diario segreto di Renzo Bossi”, una parodia per la quale il blogger Michel Abbatangelo è stato querelato dal figlio del leader leghista. Così forse capisce che a mandare in tribunale la satira si ottiene l’effetto contrario a quello desiderato

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO