Intervista - polisblog incontra Michel Abbatangelo, il blogger querelato da Renzo Bossi

Come anticipato questa mattina da Giulio su internet, da ieri, Michel Abbatangelo sostiene con documenti alla mano di essere stato querelato da Renzo Bossi secondo il quale il signor Abbattangelo scrivendo “Diario segreto di Renzo Bossi junior” lo ha diffamato.

Onde evitare che la cronaca di quanto successo diventi la brutta copia dei discutibili confronti tra le due parti ci siamo messi in contatto con l’una e l’altra parte per fornirvi un servizio giornalisticamente migliore. In attesa di avere dal team di Renzo Bossi una dichiarazione ufficiale vi proponiamo di seguito l’intervista via mail che ieri sera abbiamo realizzato con Michel Abbatangelo.

Per gli utenti di polisblog.it che non la conoscessero ci spiega cos'è "Diario segreto di Renzo Bossi junior". Quando è perché l'ha scritto?

Il diario segreto nasce dal mio stato d'animo rivoltato, dalla profonda indignazione e passione etica, morale che con immensa fatica cerco di immettere nella mia pratica delle arti. Il "diario segreto" segue da vicino la cronaca e la commenta con iperbole a tratti surreale è totalmente frutto dell'immaginazione e spaventosamente ancorata alla realtà.

Ne è una sorta di parallelo grottesco, anzi talvolta è capace di anticiparla o peggio di fornire idee utili alla pratica della provocazione per questo per un certo periodo ho interrotto gli episodi poi rassicurato dall'idea che forse avanzandoli, anticipando la realtà avrei potuto disinnescare certe provocazioni finalizzate al  proselitismo degli sfigati della pedemontana (bacino elettorale leghista). Ho ripreso a scrivere e l'ultimo episodio è uscito il 1° Aprile, volutamente in coincidenza con gli innumerevoli pesci di aprile che apparivano nel web.


Ci spiega cosa è successo in seguito alla creazione di questo racconto?
In particolare segnalo quello che è accaduto in un social, o sul mio stesso blog, centinaia di commenti per lo più positivi,aspre discussioni, solidarietà e purtroppo anche un "tifo" venato di risentimento che auspicava venissi ridotto in mutande. Insomma una lezione salutare, e poco ci manca a che proponessero di appendermi al lampione a testa in giù,tutto sommato gentili!
I gesti di solidarietà sono stato tantissimi, prima tra tutti il gesto di Alessandro Gilioli.

Tanti altri hanno seguito il suo esempio. Diversi avvocati, penalisti si sono offerti per il patrocinio della mia difesa gratuitamente, tante mail di incoraggiamento. E’ impossibile rispondere a tutti e le interviste, a tutti i commenti piovuti sul mio blog.

Ieri, a tarda sera, sono giunte delle proposte per pubblicare una nuova serie di episodi del "diario segreto". Suppongo che avrò il mio immaginario visionario largamente impegnato nelle settimane a venire.

Di cosa è stato accusato da Renzo Bossi?

E’ bene specificare che l’accusa si basa sulla su una gran quantità di paragrafi: dal Mago Otelma scelto da Renzo per fondare la nuova chiesa  padana all'episodio della spedizione per occupare l'isola di Malta oppure quello inerente la Monna Lisa. Devo avergli rotto le uova nel paniere...più in generale di aver leso la sua onorabilità.

A ben guardare non ho ancora ben capito. C'è dell'approssimazione nella scelta dei paragrafi incriminati, classificarli mi è impossibile, mi vien da ridere e tutto finisce all'aria, faccio fatica a concentrarmi

Francamente non capisco. Il giovane vuole fare carriera, farsi notare, ci ha provato spesso e senza fortuna. Se la satira si occupa di lui significa che è arrivato.

Nella denuncia traspare chiaramente un che di intimidatorio. Altri personaggi potrebbero aggregarsi a Renzo Bossi. Nel "Diario segreto" non c’è solo Renzo, anzi. Me la sono presa con tanta gente come ad esempio il sindaco di Milano e i suoi vergognosi bus “verdi” o Roberto Maroni (che nel complesso ci fa la sua bella figura malgrado sia una bella carogna).

Vanity Fair per tutelarsi ha deciso di mettere on-line l’audio dell’incontro a Renzo Bossi che lo stesso intervistato aveva rinnegato. Lei come si difenderà dalle accuse?

Il "diario segreto" in ogni episodio già adesso sul mio blog gode dei fatti documentali che lo hanno ispirato (video di youtube con Renzo o fatti riportati dai media nazionali che lo riguardano).

Alla luce di quanto è successo crede che la sua satira contro il figlio di Umberto Bossi sia stata giusta?

Tutto quello che aiuta la riflessione e stimola il dibattito politico tra cui certamente vi è la satira non violenta con le sue straordinarie capacità di penetrazione delle coscienze è non solo giusto ma vitale.

Spero che migliaia di signor nessuno come me si lancino nell'avventura ridanciana,c'è posto per tutti. Non ne sono pentito. Per quanto riguarda la mia salute mi sento meglio, più leggero. Mi diverto. Ho scoperto in me una vena umoristica che non sapevo di avere, ho sempre creduto di essere come artista,un pittore malinconico. Lo rifarei di nuovo,anzi mi metto subito al lavoro.



Il diario segreto di Renzo Bossi junior
Intervista - polisblog incontra Michel Abbatangelo, il blogger querelato da Renzo Bossi 01
Intervista - polisblog incontra Michel Abbatangelo, il blogger querelato da Renzo Bossi 02
Intervista - polisblog incontra Michel Abbatangelo, il blogger querelato da Renzo Bossi 03
Intervista - polisblog incontra Michel Abbatangelo, il blogger querelato da Renzo Bossi 04
Intervista - polisblog incontra Michel Abbatangelo, il blogger querelato da Renzo Bossi 05
  • shares
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO