Cesano Maderno: 20 anni per conquistarlo e 1 per perderlo. Il buongoverno del centrodestra


Non tutta la bella politica si sviluppa nelle liti tra Silvio, Umberto e Gianfranco ed ha come scenario i grandi palazzi romani... Cesano Maderno è un comune di circa 37 mila abitanti della provincia di Monza e Brianza: Cesano è stato amministrato per 20 anni dal centrosinistra poi, meno di un anno fa, è stato conquistato da Lega e Pdl, con una donna in camicia verde, Marina Romanò, a guidare la Giunta.

Ora pare che ci sia il rischio che questa esperienza di buongoverno verde azzurra non arrivi a fine legislatura, dato che il sindaco ha licenziato 4 assessori del Pdl dopo che questi avevano reiteratamente dimostrato poca attenzione ai lavori del Consiglio comunale: il 29 aprile i dodici consiglieri del Popolo della libertà (presidente del consiglio comunale compreso, ma assente giustificato) e i 7 assessori dello stesso schieramento avrebbero disertato la seduta, scatenando le ire del primo cittadino.

E le tensioni tra Lega e Pdl starebbero esplodendo anche in un altro, piccolo, ex feudo progressista: a Senago, comune di 20 mila abitanti in provincia di Milano: la prima amministrazione comunale di centrodestra nella storia di Senago rischia di non portare a termine il proprio mandato e di fallire a soli dieci mesi di distanza dalla vittoria elettorale del giugno 2009. Il bilancio previsionale 2010 ha infatti acuito le diversità di vedute tra le varie forze politiche, facendo scoppiare la coalizione guidata dal sindaco Franca Rossetti. In questo caso sono stati gli uomini della Lega a subire le conseguenze del disaccordo col sindaco del Pdl.

Via | IlCittadinoMB

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO