Troppe multe ai deputati: la Casta non sopporta nemmeno il codice della strada


Davvero simpatica questa notiziola uscita ieri e pubblicata questa mattina dal Corriere della sera (e immagino anche da altri quotidiani). La sostanza è semplice quanto imbarazzante per la nostra classe politica: alcuni deputati, di cui si è fatto portavoce Giuseppe Consolo del Pdl, si ritengono perseguitati (questa l'ho già sentita, chissà da chi...) dai vigili urbani e dagli ausiliari del traffico.

A dimostrazione del fumus persecutionis che animerebbe le penne e i verbali degli addetti al traffico i deputati spiegano che le loro auto vengono multate continuamente (anche 7 volte al giorno!!) quando si trovano parcheggiate in doppia fila o transitano sulle corsie riservate agli autobus.

Il commento più azzeccato, in realtà nemmeno tanto ironico, è venuto da Barbato dell'Idv: prendete il tram! Non troppo ironica, dico io, perché queste onorevoli testoline potrebbero anche usare i mezzi pubblici come i comuni mortali. Questo avrebbe una doppia valenza positiva: scoprirebbero cosa è un tram/autobus/metropolitana (in modo da smettere di fare leggi in materia senza esserci mai saliti sopra) e sarebbero meno odiati dal popolo, che non rappresentano di certo con le loro auto blu e i loro stipendi a 6 zeri e che potrebbero iniziare a conoscere un pochino meglio.

Ps: vista l'età media dei nostri eletti, farà loro piacere sapere che la Cotral di Roma riserva agli over 70 delle tessere gratuite, un motivo in più per scegliere i mezzi....

Foto | raindog

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO