Economia: per salvare la Grecia Giulio Tremonti taglia le spese della casta



Ora che il Ministro del Tesoro, Giulio Tremonti, ha capito che per aiutare la Grecia l’Italia dovrà condividere con l’Europa 25 miliardi di euro bisogna capire come procurarsi la cifra senza peggiorare il debito pubblico che stando a quanto pubblicato dalla Stampa è aumentato sfiorando il valore record registrato lo scorso ottobre.

Secondo le indiscrezioni trapelate l’economista per raccogliere il denaro necessario congelerà il rinnovo contrattuale degli impiegati pubblici ai quali verrà però garantita una vacanza contrattuale.

Oltre alla pubblica amministrazione già si prevedono dei tagli anche in ambito ospedaliero, sulle pensioni di invalidità (i cui criteri sono destinati a diventare più severi) e ai ministeri dove Giulio Tremonti proverà a contenere i costi della casta.

Tra le possibili soluzioni al vaglio già si pensa ad una possibile sanatoria sui 2 milioni di immobili rilevati dalla Agenzia del Territorio e non ancora accatastati. Il Ministro dell’Economia in collaborazione con Sergio Chiamparino (sindaco di Tornio e presidente dell’Anci, l’associazione nazionale dei comuni) sta valutando l’ipotesi che potrebbe garantire alle istituzioni locali buona parte del gettito tagliato dal Governo nazionale.

Al momento questa soluzione, malgrado venga auspicata da tutti (Confidustria compresa), sembra non essere praticabile a causa dei tempi tecnici necessari per regolamentare gli immobili irregolari.

  • shares
  • Mail
35 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO