Lucio Stanca: il deputato Pdl che salta il 98% delle sedute per fare il presidente di Expo 2015


A dispetto del cognome che porta, non credo che l'attività da deputato riesca a consumare tutte le energie di Lucio Stanca: l'onorevole del Popolo della libertà, designato come presidente di Expo 2015, che di fronte alle contestazioni sulle sue assenze ripetute dai lavori di Montecitorio ebbe a dire: "Devo rispondere ai miei elettori e al gruppo Pdl, non certo a Repubblica".

Giustissimo. E speriamo che Stanca voglia rispondere ai suoi elettori del suo staNkanovistico attaccamento al lavoro di deputato: a marzo ha stabilito il suo record, con il 98,15 per cento di assenze in Parlamento. Nei mesi precedenti le sue presenze alle votazioni non avevano mai superato il 25 per cento del totale. A dicembre, però, il deputato - che non ha mai firmato per primo proposte di legge né fatto interrogazioni, ordini del giorno o altro - scende al 27,17 e lì resta, più o meno, per i primi due mesi dell'anno. Il clou arriva a marzo: l'ad di Expo si deve preoccupare dei fondi che non arrivano e delle liti interne, così schiaccia il pulsante di voto solo 2 volte su 108.

Cumulare incarichi, oltre ad essere remunerativo, sembra quindi essere piuttosto stancante. Ma che problema c'è, mica ne deve rispondere a nessuno...

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO