Santoro chiede il voto dei consiglieri Pd per restare. Forse


Come previsto, la puntata di ieri di Annozero è stata scoppiettante. 17 minuti di monologo di Michele Santoro per spiegare la situazione e menare fendenti a destra e a manca (soprattutto a manca) col chiaro intento di togliersi finalmente qualche sassolino dalla scarpa. Su TvBlog trovate il video dell'intervento.

La sostanza di tutto ciò è una richiesta non del tutto chiara. In pure stile santorino.

«L'accordo non è stato ancora firmato, se volete che rimanga chiedetemelo, ma Annozero deve essere considerato la perla del servizio pubblico»

Sul resto dell'invettiva soprassediamo. Gli attacchi a giornali, partiti e singoli personaggi come Zavoli lasciano il tempo che trovano. Cerchiamo invece di capire chi sono i soggetti cui si rivolge il conduttore di Annozero, quando esclama quel "chiedetemelo".

La logica direbbe il Consiglio Rai, che come da prammatica è dominato dall'opposizione. Basterebbe quindi il voto contro l'accordo di buonuscita sottoscritto con Masi per soddisfare Santoro spingendolo a fare un passo indietro. Ricordiamo infatti che Annozero è già nei palinsesti Rai autunnali e gli ultimi eventi sono stati come il classico sasso nello stagno, rivoluzionando tutto.

Ma il presidente Garimberti e i due consiglieri Pd Giorgio Van Straten e Nino Rizzo Nervo a farsi prendere per i fondelli non ci stanno. Questi ultimi hanno dichiarato di aver votato sì all'accordo in prima istanza perché "non crediamo che si possa constringere un professionista a continuare a fare ciò che non vuole più fare".

Garimberti addirittura è fuori di sè. Dopo aver sempre difeso con tutte le sue energie Santoro, fino all'ultimo incontro col conduttore un mese e mezzo fa, in cui - rivela - gli aveva detto che si sarebbe sempre battuto per lui e Annozero a meno che lui stesso non se ne volesse andare; ora per forza di cose si sente tradito.

Santoro ha trattato con la direzione generale "saltando" i consiglieri politici che lo avevano sempre sostenuto. Ora appare quanto meno peculiare che proprio a loro chieda la ciambella di salvataggio, dopo che lui stesso si è buttato a mare. E tutto questo lo dico - badate bene - nella speranza che il programma si salvi e che si trovi una soluzione con Santoro.

La perdita di Annozero sarebbe gravissima per la pluralità democratica del paese e proprio chi ha sempre militato a destra e ha ben maggiori esperienze di ghettizzazione del nostro Michele dovrebbe essere il primo ad augurarsi una soluzione positiva del problema. Questo indipendentemente da come ne usciranno i singoli protagonisti. Cosa della quale, francamente, ce ne infischiamo.

  • shares
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO