Scuola: è giusto posticipare il rientro dalle vacanze a ottobre? Sondaggio.


La proposta presentata in Senato dal Pdl da Giorgio Rosario Costa (Pdl), e spalleggiata dal ministro Gelmini, di tornare a scuola in ottobre ha suscitato un vespaio di polemiche. O ha tenuto banco, se mi consentite una metafora meravigliosamente attinente all'argomento.

Si tratta di un ritorno agli anni settanta che dovrebbe oltretutto favorire l'industria del turismo, ma che ha anche diverse controindicazioni e ha provocato la ferma opposizione di gran parte dell'opposizione e della Lega Nord, la cui esponente Irene Aderenti ha dichiarato:

«La direttiva europea prevede 200 giorni di scuola e va rispettata. Se togliamo i giorni di scuola del mese di settembre si rischia di non rispettare questo minimo. Inoltre, estendere questa proposta a tutto il territorio nazionale significa mettere in difficoltà le famiglie e i lavoratori dipendenti perchè questi alla fine di agosto, la maggior parte, iniziano il lavoro. E dove mettono i bambini?»

Ancora più duro Fabio Evangelisti, vicepresidente del gruppo IdV:

«Il ministro Gelmini è come Maria Antonietta che al popolo affamato diceva di offrire brioche. Il mondo della scuola pubblica è sul lastrico, con i genitori che sono costretti a pagare addirittura la carta igienica, e il ministro si dice favorevole al posticipo dell'anno scolastico»

Ma vediamo che ne pensano i lettori di PolisBlog.

  • shares
  • Mail
37 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO