Esteri: il giro del mondo in tremila battute

Africa: Sudan, nuovo mandato per Omar Al Bashir. Le prime elezioni presidenziali dopo 24 anni hanno riconfermato al potere il dittatore sudanese Omar Al Bashir. Osservatori internazionali, tra cui gli Stati Uniti, hanno criticato le elezioni affermando che sono state riscontrate irregolarità, minacce e intimidazioni nel sud del Paese.

Al Bashir, che ha recentemente fatto arrestare il principale leader dell’opposizione, non sembra però curarsi delle critiche e si prepara a rimanere saldamente al suo posto per altri anni. D’altronde, la richiesta di arresto del Tribunale penale internazionale per i crimini di guerra in Darfur non lo ha, finora, minimamente scalfito.

Medio Oriente: rabbini si oppongono al congelamento delle colonie in Cisgiordania. “Ogni tentativo di demolire gli edifici comporterà scontri nelle strade”. È la minaccia contenuta in una lettera firmata da quattordici rabbini e venticinque segretari generali della Cisgiordania, in merito a un temporaneo congelamento degli insediamenti nei territori occupati decretato dal Primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu.

Il quotidiano Haaretz ha rivelato che l’Amministrazione civile israeliana ha, inoltre, redatto una lista di 46 strutture illegali costruite da coloni che dovranno essere abbattute. In questo modo, Tel Aviv prova a tendere la mano ai palestinesi per facilitare i colloqui di pace.

L’iniziativa non è però piaciuta ai firmatari della lettera, che annunciano di voler organizzare blocchi stradali per impedire all’esercito di entrare negli insediamenti e di “voler risvegliare” i leader politici israeliani con una protesta di massa. Un evento senza precedenti nella storia di Israele, soprattutto se le minacce contenute nella lettera dovessero essere messe in atto.

Momenti di tensione in occasione dello sgombero di coloni si erano già avuti nel 2005, All’epoca, il primo ministro era il “falco” Ariel Sharon, che ordinò la demolizione di tutti gli insediamenti ebraici nella striscia di Gaza. Tuttavia le proteste non erano state violente e si erano evitati scontri tra coloni e militari israeliani. Alcuni rabbini si erano limitati a gettare sul premier una maledizione con una folkloristica e un po’ inquietante preghiera pubblica (la “pulsa de nura”).

L'attuale lettera, seppur più prosaica, appare decisamente più pericolosa.

Medio Oriente: Israele impedisce a navi con aiuti umanitari di raggiungere Gaza . La “Freedom Flotilla”, una flotta di nove navi che trasportano diecimila tonnellate di aiuti umanitari e settecento attivisti pacifisti di vari Paesi, non potrà approdare nella striscia di Gaza. Lo ha annunciato l’esercito israeliano, che ha fatto sapere di essere pronto a usare la forza, se necessario. La “Freedom Flotilla” - composta da navi battenti bandiera turca, britannica, irlandese, greca, kuwaitiana e algerina – è la più grande flotta di aiuti che tenta di raggiungere Gaza dopo il blocco navale imposto nel 2007 dalle autorità di Tel Aviv

Asia: cooperazione nucleare tra Cina e Pakistan . La vendita di due reattori nucleari dalla Cina al Pakistan non deve essere piaciuta all’India. Se storicamente New Delhi ha sempre mantenuto buoni rapporti con Pechino, quelli con il vicino di casa musulmano sono sempre stati pessimi sin dalla guerra civile che ha diviso i due Stati nel 1947.

Da anni India e Pakistan si minacciano a suon di test atomici, scaramucce di frontiera e incremento dei rispettivi arsenali nucleari. Per ora New Delhi ha mantenuto un profilo basso, annunciando che esaminerà i rapporti relativi alla vendita dei due reattori per verificare se corrispondono alle linee guida del Nuclear Suppliers Group, che consentono la cooperazione nucleare solo per scopi pacifici e all’interno dei paletti posti dall’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica.

Le cautele dell’India nel criticare l’operazione derivano, probabilmente, dal desiderio di tenersi buona Pechino. L'India ha infatti auspicato che la Cina supporti il suo ingresso come membro permanente nel Consiglio di sicurezza ONU

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO