Napolitano, Berlusconi&C: chi tiene il pallino in mano?

Un italiano su quattro teme di perdere il lavoro nei prossimi mesi e quattro milioni di italiani fanno la fila ogni giorno per un pasto gratis. Questi sono numeri da far tremare i polsi, l’iceberg di una crisi che tiene l’Italia sull’orlo del baratro. Cosa sarebbe successo oggi alla riapertura dei Mercati e delle Borse senza il Napolitano bis?

Ma un’altra domanda s’impone: cosa succede ora, con gli stessi partiti di prima, sbrindellati, lontani dalla realtà, addirittura odiati da gran parte degli italiani e quindi non credibili a formare un governo forte e coeso capace di fare riforme importanti?

Qui siamo, sulle spalle sempre più curve di Giorgio Napolitano, con Berlusconi da una parte e Grillo dall’altra a speculare sulla drammatica situazione e con il Partito Democratico avvitato su se stesso, con dirigenti l’un contro l’altro armati per la definitiva resa dei conti.

Dopo il giuramento di oggi pomeriggio sapremo meglio dalle parole di Napolitano i termini del suo secondo mandato e gli orientamenti e i criteri per la formazione del nuovo governo, da fare subito, a due mesi dopo il voto.

Perplessità e dubbi quindi restano: chi tiene davvero il pallino in mano? Il capo dello Stato, cui i partiti (meno M5S e Sel) hanno chiesto in ginocchio di salvare le Istituzioni e loro stessi, o le forze politiche, comunque sempre pronte domani a staccare la spina a un governo che potrebbe scegliere provvedimenti non graditi al Palazzo?

Napolitano - su questo non ci sono dubbi – conoscendo bene i suoi polli, non mancherà di spremere ogni goccia dei suoi poteri istituzionali per tenere dritta la barra, proporre un premier e un esecutivo del presidente adeguati al momento e alla situazione, mettendo in riga i partiti. Certo, i partiti potranno anche scantonare, perdendo l’ultimo treno.

La speranza, si sa, è l’ultima a morire. In caso contrario, cioè con i partiti sordi e avidi, si vedrà che oltre il fondo del pozzo, c’è ancora spazio per scavare sotto. Ma sarebbe un suicidio annunciato.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO