Movimento 5 Stelle: Roberta Lombardi verso le dimissioni?

La cittadina potrebbe lasciare il ruolo di capogruppo

Si intensificano le voci di dimissioni di Roberta Lombardi da portavoce e capogruppo del Movimento 5 Stelle alla Camera: a far saltare la cittadina sarebbe stato il flop dell'organizzazione della manifestazione di ieri a Piazza SS. Apostoli, a cui Grillo non ha potuto partecipare per la troppa folla. Ma ovviamente hanno un ruolo anche le diverse gaffe di cui la portavoce si è macchiata in questi due mesi.

Ieri Grillo, venuto a Roma in fretta e furia dopo la rielezione di Giorgio Napolitano, avrebbe dovuto partecipare alla manifestazione in Piazza SS. Apostoli, ma non ha potuto farlo perché la piazza si è riempita oltre il previsto e il leader del M5S non è neppure riuscito a uscire dalla macchina. La manifestazione si è così trasformata in un corteo – tanto pacifico quanto improvvisato – che si è fermato al Colosseo dove alcuni parlamentari grillini hanno arringato la folla. Ma di chi è la colpa della disorganizzazione?

Claudio Messora, uno degli uomini più vicini a Grillo in questo momento, lo dice chiaro e tondo: "Non l’abbiamo organizzato noi, chiedete ai romani che hanno voluto Beppe qui”. E "i romani" sarebbero gli uomini di Lombardi, che respinge le accuse prendendosela proprio con Grillo:

La prossima volta prima di annunciare che arriva a Roma, si organizzasse. Le faccia sulla sua pelle queste cose, non sulla nostra.

Ma Grillo sarebbe imbufalito con chi ha organizzato la sua discesa a Roma:

Non mettetemi mai più in una situazione del genere

riporta Libero.

A questo punto si avvicina la resa dei conti con Roberta Lombardi, che sin dal primo giorno da capogruppo aveva fatto molto parlare di sé: prima le dichiarazioni concilianti sul fascismo "buono", poi le polemiche con il suo stesso gruppo, la denuncia di un militante, la "cazziata" di Casaleggio, e il furto della borsetta con le ricevute che l'ha trasformata in un tormentone del web.

Infine l'ultima gaffe, proprio nei giorni dell'elezione del Presidente della Repubblica: mentre parlava con i giornalisti, Lombardi ha ricevuto una telefonata da Grillo ma ha preferito non rispondere per continuare a rilasciare interviste. "Lo richiamerò dopo" si è giustificata con gli "odiati" giornalisti.

Non sarà quello a costarle il posto, certo, ma l'insieme di tutto questo potrebbe costarle caro. "Le mie dimissioni sono sul tavolo" avrebbe detto a chi gliele chiedeva: resta da capire se solo da portavoce (ruolo che comunque dovrebbe lasciare dopo il terzo mese) o anche da capogruppo.

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO