Veritometro: intercettazioni, Berlusconi e sondaggi



/>





"Solo una piccola lobby di magistrati e giornalisti è contraria alla legge sulle intercettazioni"



Silvio Berlusconi



Scoprite perchè dopo il salto

La dichiarazione del Presidente del Consiglio, che ha aggiunto "la grandissima maggioranza italiana è stanca di non poter usare il telefono per tema di essere spiata", è palesemente falsa, e gli vale un'ennesima comparsa nella rubrica Veritometro, con la lancetta ancora una volta puntata sul rosso.

Per dimostrarvelo potrei citarvi il sondaggio di Polisblog (il 79% considera la legge un "progetto criminoso") o quelli di altri siti web, che evidenziano percentuali analoghe di contrari (ad esempio MetropolisWeb, 72%, Famiglia Cristiana, 82%, Sky Tg 24, 70%).

Ma non lo farò perche sia io che voi sappiamo bene che i sondaggi realizzati sulle pagine internet non hanno quasi nessuna validità statistica. Però posso citarvi l'indagine a regola d'arte condotta dalla Swg nel 2008. Ecco come la commentava all'epoca Il Sole 24 Ore:

Il 91% degli italiani ritiene che le intercettazioni siano uno strumento utile per tutelare la sicurezza del Paese; il 90% che siano uno strumento utile per proteggere il Paese dalla corruzione. (..) alla domanda su cosa debba essere primariamente tutelato, tra sicurezza, liberta' di stampa e privacy, la stragrande maggioranza sceglie la prima con il 69%. Solo il 21% la liberta' di stampa e appena l'8% la privacy

Se due indizi fanno una prova, l'affermazione di Berlusconi costituisce un totale rovesciamento della realtà. D'altronde, si tratta quasi di una sua tecnica abituale, quella di attribuire agli italiani consensi stratoferici per i provvedimenti del suo governo - sempre e comunque. E' successo ad esempio per il Lodo Alfano, quando il PdL parlò di "tradimento della volontà popolare", anche a fronte di sondaggi che mostravano esattamente il contrario.

Un vizio che non disdegna neanche il miglior alleato del Cavaliere - la Lega Nord - che ama ripetere che il voto agli immigrati sarebbe un "esproprio della volontà popolare", anche se più del 50% degli italiani è favorevole. Come si suol dire: Dio li fa e poi li accoppia.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO