Il Consiglio dei ministri come la Banda Bassotti! E se lo dice Feltri...


In Consiglio dei ministri hanno realizzato un colpo degno della Banda Bassotti. Mentre i signori del governo erano intenti a capire perché stavano lì, ecco una proposta indecente che, in quanto tale, è passata al volo senza che nessuno avesse alcunché da eccepire. Si tratta dell'inviolabilità del superstipendio percepito da burocrati di alto rango e probabilmente basso rendimento.

Un attacco del genere sarebbe normale e prevedibile in uno degli editoriali al vetriolo che Marco Travaglio ogni giorno ci regala dalla prima pagina del Fatto. Ma il fatto che queste parole aprano un pezzo di Vittorio Feltri rende forse ancora più chiaro quale sia il vero orientamento del governo in carica circa le voci di spesa su cui incidere per far quadrare i conti.

L'unica piccola concessione al realismo la troviamo sopra il titolone, dove si legge Blitz in Consiglio dei ministri: no, il blitz è qualcosa di inatteso, rapido e, di solito, risolutivo. Queste porcherie invece sono attese, hanno una lunga storia e di certo non sono risolutive: nessuno ha fatto incursioni in Consiglio dei ministri, hanno solo fatto il loro lavoro, tutelando i ricchi come loro.

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO