Italia berlusconiana: aumentano le tasse, cresce ancora il debito pubblico. Lo dice l'Istat

Va, va l’Italia berlusconiana. Ma all’indietro. Lo dice l’Istat.

Aumentano le tasse e cresce senza sosta il debito pubblico. Il Belpaese è nelle sabbie mobili e .. sprofonda.

Il debito pubblico in Italia e' il piu' alto in Europa: nel 2009, in rapporto al Pil, dopo il calo rilevato nel 2007, ha proseguito la crescita gia' registrata nel 2008, aumentando di quasi 10 punti percentuali rispetto all'anno precedente e attestandosi al 115,8%, valore molto prossimo a quelli rilevati alla fine degli anni '90.

Nel confronto con i paesi dell'Ue, lo stock di debito pubblico italiano in percentuale al Pil continua ad essere il piu' alto, a fronte del 73,6% rilevato in media Ue-27%.

Quindi, deficit/Pil 2009 quasi raddoppiato rispetto all'anno precedente (si e' passati dal 2,7% al 5,3%). In valore assoluto, l'indebitamento risulta pari a 80.800 milioni di euro, maggiore di 38.225 milioni di euro rispetto al 2008. Da capogiro!

Anche la pressione fiscale aumenta e l'Italia è quinta nell'Unione europea per il peso delle tasse. Nel 2009 la pressione fiscale complessiva rispetto al Pil è passata al 43,2%, dal 42,9% dell'anno prima.

Che dire? Niente. Fortuna che Silvio c’è! Avanti, Savoia!

  • shares
  • Mail
28 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO