Insulti Razzisti a Cecile Kyenge: Il Presidente Boldrini condanna con fermezza


Cecile Kyenge, Ministro per l'Integrazione di origine congolese, è stata sin dalla sua nomina oggetto di virulenti e volgari attacchi razzisti.

Dichiarazioni discriminatorie sono pervenute principalmente da siti neonazisti come Stormfront, dal forum Duce.net, dal profilo Facebook del Movimento Nazional Socialista dei Lavoratori, dal portale Identità. com. Per dovere di cronaca, ma non senza un certo imbarazzo, riportiamo alcuni degli insulti registrati sul web rivolti al Ministro:

"Scimmia Congolese"; "Negra anti-italiana", "Kyenge zulù"; "Vi fareste operare da questa oculista "di colore?".

A questi insulti vanno aggiunti quelli dell'immancabile Mario Borghezio della Lega Nord che ha definito Kyenge "ministro bonga bonga".
Molto più "raffinata" l'analisi di Matteo Salvini, e proprio per questo un po' vigliacca, sulla nomina della nuova titolare del dicastero dell'integrazione. Dal suo profilo Facebook scrive:

Pronti a fare opposizione totale al ministro per l'Integrazionescrive, simbolo di una sinistra buonista e ipocrita, che vorrebbe cancellare il reato di clandestinità e per gli immigrati pensa solo ai diritti e non ai doveri

Il Presidente della Camera Laura Boldrini, in seguito a queste gravi offese, ha deciso di scrivere a Kyenge esprimendole la sua solidarietà e aggiungendo:

La libertà di espressione non c'entra: in alcuni siti si pratica un sistematico incitamento all'odio razziale, che resta un reato anche se espresso via web. E molto gravi sono anche le parole usate da qualche esponente politico, che vanno ben oltre il legittimo dissenso sulle iniziative che Cècile Kyenge intende promuovere

Le parole di condanna del presidente Boldrini, doverose e ferme, forse non saranno sufficienti a fermare l'intolleranza. Conoscendo le posizioni dell'estrema destra e di alcuni esponenti dei partiti presenti in parlamento siamo scettici sul fatto che sarà usato un vocabolario diverso. La tentazione di cavalcare campagne di odio razziste, che abbiano la finalità di bloccare qualsiasi processo riformatore in materia di integrazione, rimarrà molto forte in alcuni settori della società e dalla politica. Per parte nostra, nella più totale condivisione delle parole del Presidente della Camera, ci auguriamo che Cecile Kyenge possa svolgere il suo lavoro serenamente e con determinazione.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO