Messina. Arriva il Ministro della Salute dopo il litigio registrato in sala parto


Il Ministro della Salute, Ferruccio Fazio, arriverà in giornata a Messina dove lo scorso settimana un litigio tra due medici ha messo a rischio la vita di una donna e del bambino che avrebbe dovuto far nascere senza questo tipo di complicazioni.

La presenza sul posto dell’esponente politico servirà anche per chiarire gli interrogativi che in queste ore si sono posti altri esponenti del Governo. Attraverso le agenzie la parlamentare Maria Antonietta Farina Coscioni ha ricordato a Ferruccio Fazio del documento, redatto nelle scorse settimane, in cui si chiede al Ministro di spiegare perché per una donna non sia semplice partorire in alcune regioni dell’Italia.

“Fin da metà agosto - ha dichiarato la vedova di Luca Coscioni - ho chiesto con un atto ufficiale al ministro della Salute Ferruccio Fazio se non si ritenga opportuno e urgente predisporre un'inchiesta per accertare le ragioni che sono alla base di questo incremento straordinario dei parti cesarei, le cui punte massime si registrano in particolare nelle regioni meridionali del paese.

Quali iniziative si intendono adottare perché sia assicurata la piena attuazione delle linee guida predisposte dall'Istituto Superiore di Sanità per quel che riguarda parti cesarei e vaginali. Dopo quanto accaduto a Messina, chiedo al ministro Fazio di venire a riferirne all'apertura delle Camera in Commissione Affari Sociali”.

La richiesta di chiarimenti di cui fa accenno nel proprio intervento Maria Antonietta Farina Coscioni non è da considerarsi strumentale o propagandistica poiché, come sottolinea la diretta interessata sul proprio sito, è antecedente anche a quanto successo a Vibo Valentia la scorsa settimana.

Una donna, Eleonora Tripodi, è morta dopo aver dato alla luce la propria bambina per la quale non c’era posto all’Ospedale di Lamezia Terme tanto che il parto previsto nella struttura pubblica è stato spostato in quella privata della Villa dei Gerani.

Generalizzare, come ha ribadito Ignazio Marino durante un’intervista a SkyTg24 (durante la quale ha ricordato le vicende della clinica milanese Santa Rita), è sbagliato. Vero è che in meno di dieci giorni a Sud il parto per due donne, e le relative famiglie, si è rivelato essere uno dei giorni più brutti della propria vita.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO